Rai: un emendamento per aumentare l’obbligo di copertura dei segnali tv

no signal tvIl senatore del PD Federico Fornaro, componente della Commissione di Vigilanza sulla Rai, ha proposto e fatto approvare ieri un emendamento, in merito al parere obbligatorio della Commissione sullo schema di Contratto di Servizio tra il Ministero dello sviluppo economico e la Rai-Radiotelevisione Italiana Spa per il triennio 2013-2015, che aumenta l’obbligo di copertura del territorio nazionale da parte del segnale Rai».

Fornaro si è impegnato a cercare di trovare una soluzione ad un problema di scarsa copertura delle trasmissioni della tv pubblica che coinvolge tantissimi territori e comuni italiani, soprattutto nelle zone montane e orograficamente difficili, come sta confermato il sondaggio e la mappa dei disservizi del digitale terrestre di Tv Digital Divide in collaborazione La Stampa.

«Oltre alla copertura totale per una rete (Rai Uno e il multiplex 1) infatti, si prevede l’obbligo per la Rai di garantire la ricezione di altre due reti su almeno il 95% del territorio nazionale (era il 90% del testo originario concordato tra il precedente Governo e la Rai) e per ulteriori due reti al 90%, in luogo dell’80%», prosegue Fornaro. «Per molti, troppi, territori ingiustamente definiti marginali lo Switch-off al digitale terrestre non è mai avvenuto e buona parte della programmazione Rai oggi non è disponibile per gli utenti. Con questo emendamento si richiede alla Rai uno sforzo di copertura affinchè siano ridotte al minimo le attuali rilevanti difformità nel servizio offerto a cittadini che pagano lo stesso canone», conclude il senatore.

Fonte: La Stampa

Scritto da