Digitale terrestre Rimini: Rai al buio, interviene Agcom

Rimini – L’Agcom andrà a verificare con il Ministero dello Sviluppo economico e con la Rai i problemi di ricezione del segnale digitale che persistono tuttora nella provincia di Rimini. Lo assicura il presidente dell’Agcom, Angelo Marcello Cardani, che ha scritto al deputato Pd riminese Tiziano Arlotti rispondendo alla lettera in cui quest’ultimo chiedeva all’Autorità di assumere tutte le iniziative necessarie a ripristinare la qualità delle trasmissioni digitali.

Cardani ricorda che nel luglio 2013 sono state ripianificate completamente le frequenze assegnate alla Rai, «con l’obiettivo di assicurare alla stessa tutte le risorse necessarie per risolvere le problematiche interferenziali di servizio pubblico e a garantire la disponibilità di risorse radioelettriche per assicurare una idonea copertura del servizio». L’iter per la messa in atto dei provvedimenti è in via di conclusione, informa il presidente dell’Agcom. «Ciò consentirà al Ministero dello Sviluppo economico di adottare i provvedimenti necessari per assegnare alla Rai le risorse di frequenze atte a garantire la copertura del servizio pubblico e assicurare nel contempo un alto grado di protezione delle interferenze provenienti da regioni circostanti».

Arlotti si impegnato più volte sulla delicata questione, con interventi e interrogazioni alla Camera, per sollecitare la soluzione di un problema che interessa ormai da anni ampie porzioni del territorio riminese. «Ci auguriamo che ora, anche grazie all’intervento del presidente Cardani, i disagi possano essere risolti dando alla radiotelevisione pubblica il ruolo che le spetta e restituendo ai cittadini la fruizione di un servizio fondamentale per cui pagano tra l’altro un canone».

Fonte: riminitoday.it

Scritto da