Crisi tv locali: Telenorba annuncia 74 licenziamenti

La prima televisione privata locale in Italia per numero di ascoltatori si prepara a tagliare. Sono 74 gli esuberi annunciati ai sindacati da Telenorba, l’emittente pugliese guidata da Luca Montrone, personale delle sedi periferiche ma anche qualche dipendente della sede centrale di Conversano, in provincia di Bari.

L’emittente arriva da due anni di cassa integrazione e da conti in rosso dovuti alla crisi economica che si è innestata peraltro in un momento difficile del mercato televisivo privato, il passaggio al digitale terrestre. «Per ora i nostri piani parlano di 57 esuberi, il resto è da vedere», dice Montrone a ItaliaOggi, «la crisi economica, le reti nazionali e gli ultimi governi che hanno ridotto i contributi all’editoria radiotelevisiva hanno portato l’intero sistema a essere in grave diffi coltà, non solo noi».

Quattordici dei 74 esuberi sono giornalisti, e già l’Assostampa pugliese ha fatto sapere che cercherà qualsiasi soluzione alternativa ai licenziamenti, dal contratto di solidarietà a una nuova tornata di cassa integrazione. Già quest’ultimo ammortizzatore è stato utilizzato da Telenorba a partire da luglio 2012 e scadrà il prossimo giugno. La cassa integrazione in deroga ha interessato una cinquantina di dipendenti dei quali 18 a zero ore e gli altri a rotazione. I tagli cominceranno come detto dalle redazioni periferiche, che l’emittente ha anche nelle regioni vicine.

Nei mesi scorsi sono state chiuse le redazioni di Brindisi, Taranto e Campobasso, mentre le prossime a cessare di funzionare dovrebbero essere Foggia e Potenza. Il piano di Telenorba sarebbe quello avere in carico una struttura più snella, riducendo l’organico che attualmente è di 196 dipendenti di cui 42 giornalisti. La crisi per Telenorba ha cominciato a farsi sentire nel 2011, quando, dopo anni di utili e la perdita limitata del 2010 (10 mila euro), il rosso ha oltrepassato i 2 milioni: 2,16 milioni nel 2011 e 2,44 milioni nel 2012, anno del passaggio al digitale e dell’ultimo bilancio disponibile.

Fonte: ItaliaOggi

Scritto da