Digitale terrestre Forlì: centinaia senza Rai in Val Bidente. Protestano i sindaci

A tre anni dall’arrivo del segnale televisivo digitale terrestre nel territorio forlivese permangono ancora grossi disagi in diversi comuni montani come Tredozio, Galeata e Dovadola, dove centinaia di persone a tutt’oggi sono prive del segnale della Rai.

Una situazione non più sopportabile, tanto che è stata inviata una lettera congiunta alla Prefettura di Forlì-Cesena, al Ministero dello Sviluppo Economico e Comunicazioni, firmata dai sindaci di Tredozio Luigi Marchi, di Dovadola Gabriele Zelli e di Galeata, Elisa Deo, assieme al vicepresidente della Provincia di Forlì-Cesena, con delega allo Sviluppo del territorio, Guglielmo Russo.

Nella lettera si rimarca che «a tutt’oggi, dall’avvento del digitale terrestre (02-12-2010), si rileva solo una parziale copertura del segnale Rai in questi territori. In particolare 600 persone nel comune di Tredozio, così come 800 in quello di Dovadola e la frazione di San Zeno nel comune di Galeata non hanno copertura. Già nel 2010 i territori dell’Unione Montana Acquacheta e il Comune di Tredozio hanno formalizzato alle autorità competenti tale situazione e la necessità di un intervento. Ribadiamo dunque che non è più rinviabile un’urgente sollecitazione su un disservizio che colpisce piccole comunità ad alta densità di popolazione anziana».

Commenta a margine il vicepresidente Guglielmo Russo: «Mi auguro che l’aver messo assieme la protesta di ben tre sindaci, supportati dall’Amministrazione Provinciale, costituisca una massa critica per affrontare un problema che colpisce in modo inaccettabile la popolazione per un servizio così popolare come la fruizione della tv pubblica, che non dimentichiamo è sostenuta dal pagamento del canone pagato di tutti i cittadini».

Fonte: forlitoday.it

Scritto da