Ascolti tv, Auditel è obsoleto. In Italia Twitter Tv Ratings da maggio 2014

Da maggio 2014 sbarca in Italia Twitter Tv Ratings, la nuova piattaforma di valutazione della tv che si basa sul coinvolgimento degli utenti del social network (realizzata da Nielsen e Twitter).

Dal 1984 Auditel determina il successo e la riuscita dei programmi televisivi italiani e le politiche commerciali di migliaia di aziende. Nonostante le accuse di poca indipendenza (più del 50% è in mano al duopolio Mediaset-Rai). A dispetto delle multe dell’Antitrust per abuso di posizione dominante. Malgrado le accuse di scarsa rappresentatività statistica (20 mila famiglie allocate in 2090 comuni italiani partecipano all’indagine di base, ma solo 5200 famiglie monitorano gli ascolti tv col famoso apparecchio meter).

L’avvento della tv digitale e della televisione convergente ha messo in chiaro che le modalità di fruizione televisiva stanno decisamente cambiando: gli ascolti dei telespettatori sono sempre più frammentati in decine di canali; sono fruibili in tempi differiti (on demand); ed è possibile vedere gli stessi contenuti su dispositivi diversi dalla tv e in mobilità (tablet, smartphone, pc), magari usando il famoso secondo screen per navigare sul Web. Attualmente Auditel monitora le scelte scelte quotidiane delle famiglie campione. Quando siedono davanti al televisore e quando guardano un programma in diretta o registrato. Non è però ancora in grado di sapere se altri componenti della famiglia guardano programmi sul tablet o sul computer.

In mancanza di rilevazioni certe, le analisi sui social network sono fondamentali e vengono utilizzate proprio come «indicatore indiretto» dei comportamenti degli utenti sui nuovi device. Sono fondamentali se si vuole capire realmente se agli spettatori piace o meno un programma tv e in particolare se il loro “impegno” è tale da coinvolgerli anche nella visione della pubblicità. Gli spot continuano a passare nei loro spazi canonici, ma stanno invadendo anche il second screen cambiando forma.

Dopo quasi 30 anni, la novità che cambia tutto è la nuova piattaforma Twitter Tv Ratings realizzata da Nielsen e Twitter. Per la prima volta sono a disposizione di tutti i dati sull’uso dei social network da parte degli utenti televisivi. Dati che introducono per esempio il concetto rivoluzionario di «platea» e che portano gli analisti a conoscere quante persone hanno visualizzato i tweet inviati. Fino a oggi le analisi sull’engagement dei telespettatori erano basate sul numero di tweet. Da oggi gli inserzionisti e i professionisti del settore televisivo aspetteranno i dati della nuova piattaforma così come aspettano i dati Auditel. E c’è da scommettere – e l’imminente quotazione di Twitter in Borsa non fa che confermarlo – che questi dati saranno fondamentali per le strategie commerciali delle aziende su Twitter.

Un’anticipazione l’abbiamo avuta durante il Superbowl americano, l’evento più twittato di tutti tempi. C’è stato un blackout sul campo di 30 minuti, e sono nate le pubblicità live: almeno tre prodotti sono stati pubblicizzati con una campagna creata ad hoc su Twitter prendendo spunto dal black out. Significa che d’ora in poi a twittare davanti alla tv oltre ai telespettatori ci saranno gli strateghi, i creativi, i grafici delle agenzie pubblicitarie. Ed è per questo che sempre più serviranno dati certi sul target e sulle quantità di persone che stanno seguendo la trasmissione sui social network. E gli stessi autori/conduttori di trasmissioni tv potranno giovarsi di questo “TVitterometro” analizzando quindi in tempo reale, senza dover aspettare i dati Auditel della mattina seguente, l’andamento della trasmissione.

Questa piattaforma di analisi dei social network – disponibile su Socialguide.com da pochi giorni – monitora 215 canali in inglese e potrebbe essere la soluzione in grado di risolvere il problema dell’indice di gradimento di un programma. Sembra addirittura che l’Italia sarà il primo Paese, dopo gli Usa, in cui inizierà il monitoraggio Nielsen/Twitter (maggio 2014).

Fonte: ilsole24ore.com

Scritto da