Digitale terrestre Barletta: test sul segnale Rai a Canosa di Puglia

Canosa di Puglia – «Un mezzo della Rai attraverserà la città di Canosa per controllare la ricezione del segnale digitale e risolvere il problema della mancata visione di alcuni canali». Sono queste le parole dell’assessore comunale Giovanni Quinto, che, nei giorni scorsi, ricoprendo ancora la delega alla “Comunicazione istituzionale”, ha preso parte, presso la sede Rai della Puglia, in via Dalmazia a Bari, ad un incontro con la struttura i rappresentanti locali di Rai Way, programmato per cercare di risolvere i problemi di ricezione del segnale del digitale terrestre.

In un clima di grande collaborazione, l’assessore e i tecnici di Rai Way, guidati da Matteo Tibberio, responsabile della struttura, hanno dapprima fatto una analisi delle problematiche e delle criticità e, in un secondo momento, si sono collegati con la struttura di via “Saxa Rubra” a Roma, per poter formulare un elenco di possibili soluzioni al problema. «Stante alla situazione attuale – ha dichiarato Quinto –, forse ad alcuni tecnici-installatori canosini ignota, il segnale del digitale terrestre a Canosa potrebbe arrivare sia da un impianto dedicato già esistente, il “MUX 1 canale 32 orizzontale”, ubicato in zona “Torre dei Preti”, dove, come è noto, insistono due tralicci (uno Telecom e l’altro Rai di tipo Timb), sia da altri due impianti a loro volta ubicati uno a Montesambuco, nei pressi di Motta Monte Corvino e l’altro a Monte Caccia, in zona Castel del Monte».

«La situazione della ricezione del segnale del digitale terrestre potrebbe dipendere da molti fattori – ha dichiarato Matteo Tibberio di Rai Way – fra i quali, l’assenza di manutenzione degli impianti di ricezione condominiale, quasi mai controllati, o l’assenza della strumentazione idonea a disposizione degli installatori, che a volte orientano l’antenna senza aver misurato la “Probability Location Reception” (PLR), ovvero il luogo fisico su un terrazzo dove è più forte la ricezione del segnale del digitale terrestre». Per risolvere il problema di ricezione e venire incontro alle esigenze della popolazione, l’assessore Quinto ha concordato con la struttura tecnica di Rai Way l’impiego un mezzo idoneo della Rai che attraverserà la città di Canosa per ri-controllare la ricezione del segnale digitale, al fine di poter fornire ai tecnici-installatori indicazioni più precise per la ricerca del segnale e per fornire le migliori indicazioni per orientare le antenne in modo più favorevole, verso gli impianti dislocati sul territorio.

«In un secondo momento – ha aggiunto Quinto – sarà organizzata dal Comune di Canosa, in collaborazione con la Rai, una giornata di formazione-informazione destinata agli installatori della nostra città e ai cittadini interessati». In attesa della prossima realizzazione di questi interventi è a disposizione dei cittadini e dei tecnici- installatori un call-center utile a denunciare le diverse tipologie di problemi di ricezione e per ottenere risposte adeguate e proposte di intervento tecnico: basta contattare il numero verde 800.111.555, tutti i giorni dalle 8.00 alle 23.00.

«Ringrazio e apprezzo la collaborazione offerta alla nostra città dalla struttura tecnica di Rai Way, fiducioso che, con queste attività di controllo e formazione, si possano risolvere i problemi di ricezione più volte segnalati dai nostri concittadini», ha concluso il primo cittadino Ernesto La Salvia.

Fonte: AgenParl

Scritto da