Social Tv: dopo La3 anche Discovery lancia la app Second Screen

«In autunno lanceremo la prima app second screen». L’annuncio è di Paolo Lorenzoni, Vp Marketing & Digital di Discovery Italia, nel corso del convegno sulla tv del futuro, promosso da Eutelsat nell’ambito della manifestazione All Digital Expoforum in corso a Vicenza.

Dopo il lancio dello scorso anno della prima app HyperSync di La3, che ha trasmesso in modalità social tv e second screen le puntate di Fashion Sisters, arriva sul mercato italiano la prima offerta di tv convergente, social e connessa da parte di Discovery.

Durante il suo intervento, Lorenzoni ha precisato la visione di Discovery sul fronte on line alla luce della recente acquisizione dei canali della società Switchover Media che comprendono anche Giallo, Focus e Gxt. «Per Discovery – ha spiegato – l’integrazione tra tv e Web è una sinergia già in essere». «I nostri canali lavorano con un totale allineamento tra programming e comunicazione, costruendo una promessa ben precisa nei confronti del pubblico e rendendo quest’ultimo protagonista e partecipe in maniera attiva attraverso i diversi canali digital e social. Basti pensare che Real Time su Facebook con i suoi 1.330.000 fans è la tv a target adulto con la più ampia community in Italia», ha aggiunto Lorenzoni.

Al convegno partecipano i rappresentanti del settore broadcast come Centro Televisivo Vaticano, HD Forum Italia, La7, Mediaset, Rai e Sky. «Coinvolgeremo con alcuni progetti ad hoc il pubblico dei kids, sicuramente  tra i più attivi in questo senso visto anche il milione di visualizzazioni che mensilmente già riceviamo su YouTube per K2 e Frisbee». ha concluso Lorenzoni.

L’applicazione di La3, la prima del mercato italiano scaricabile da Google Play e da Apple Store, sviluppatata in collaborazione con Vetrya e Civolution, ha permesso l’immediata condivisione dei programmi Reputescion – Quanto vali sul web?, e di Smart Valley, e a breve sarà disponibile anche per i nuovi programmi #Hashtag Fight Show e Taxi Populì. La3 Hypersync sincronizza in tempo reale l’utente-telespettatore direttamente con il programma trasmesso, proiettandolo nel cuore dell’esperienza interattiva attraverso il proprio tablet o smartphone. L’app social tv mette inoltre a disposizione contenuti e informazioni aggiuntive, ad esempio su dove acquistare ciò che viene proposto nella puntata, navigare su mappe interattive, rispondere a sondaggi, partecipare alle discussioni sui social network, condividere i contenuti più interessanti su Facebook e Twitter.

Il trend della social tv insomma è quello di fondere insieme i consumi di contenuti social e connessi con format televisivi innovativi che permettano un costante trasferimento degli stessi dal Web alla tv e vicerversa. Secondo una recente ricerca Usa di Accenture, infatti, quasi il 77% dei telespettatori tv consumano i programmi di fronte allo schermo del PC, il 68% di fronte a quello di uno smartphone e il 44% davanti al tablet. Il 33% degli utenti che usano regolarmente il Pc col consumo di tv cerca e consulta informazioni aggiuntive sul programma e interagisce coi canali social. Allo stesso modo il 22% degli utenti che interagiscono con uno smartphone e il 14% di coloro che utilizzano il tablet come second screen.

Scritto da