Digitale terrestre Piemonte: “in via di risoluzione i problemi di interferenza segnale Rai”

Il “caso” delle frequenze Rai disturbate sul territorio alessandrino e piemontese viene discusso in parlamento grazie ad una interrogazione dei senatori Pd.

«In risposta all’interrogazione – spiega il senatore Federico Fornaro –  la Rai ha riconosciuto l’esistenza di problematiche di ricezione del digitale terrestre per circa 500.000 utenti localizzati nelle province di Alessandria, Asti, Biella, Torino e Novara. La causa delle interferenze – presenti già all’atto dello Switch-off avvenuto il 10 novembre 2010 – è da ricondurre a una sovrapposizione di segnale con una televisione privata lombarda dal sito di Monte Penice. La Rai comunica che il 1 agosto scorso è stato firmato un accordo tra Agcom, Ministero dello Sviluppo Economico e l’azienda che, modificando alcune assegnazioni di frequenze, dovrebbe risolvere nei prossimi mesi le problematiche interferenziali segnalate dagli utenti».

Lo scrivono in una nota la senatrice Nicoletta Favero, prima firmataria dell’interrogazione e Federico Fornaro, componente della Commissione di Vigilanza Rai. «Continueremo a monitorare la situazione – concludono Favero e Fornaro – e a sollecitare la Rai affinché si arrivi finalmente a risolvere queste questioni tecniche. I cittadini che pagano il canone hanno diritto ad avere la possibilità di scegliere tra tutti i canali del digitale terrestre e non soltanto una parte di essi. In alcune aree siamo arrivati all’assurdo che agli utenti non è consentito neppure vedere Rai 1, Rai 2 e Rai 3!».

Fonte: alessandrianews.it

Scritto da