Digitale terrestre Genova: “disservizi tv per 11 mila cittadini”

Genova – Nel territorio ligure il segnale della tv digitale terrestre ha sempre avuto grosse difficoltà di copertura, sin dal novembre del 2011, cioè dall’esordio del passaggio della Liguria alla nuova tecnologia televisiva. Ma nonostante le proteste degli utenti e delle amministrazioni pubbliche, e i numerosi interventi tecnici degli operatori di rete tv permangono i tantissimi disservizi.

La nuova denuncia stavolta è partita dal capogruppo della Lega Nord nel Consiglio Regionale della Liguria, Francesco Bruzzone, che ha raccolto le lamentele dei cittadini e degli amministratori dei comuni della Val Petronio, Casarza Ligure, Moneglia e Castiglione Chiavarese, in merito alla mancata ricezione di diversi canali da parte di telespettatori. Sui disservizi del digitale terrestre, il consigliere regionale ha presentato una interrogazione con risposta immediata, indirizzata al Presidente della Regione Liguria Claudio Burlando e alla sua Giunta.

«A un anno di distanza dallo Switch-off e dall’avvio del digitale terrestre (nel luglio del 2012 si è concluso l’ultimo step del passaggio in Sicilia e nel Sud Italia – ndr), i cittadini di Casarza Ligure, Moneglia e Castiglione Chiavarese ancora non riescono a vedere diversi canali – afferma Bruzzone – e, sebbene il prodotto ricevuto rappresenti solo una piccola parte rispetto a quanto invece previsto, il costo dell’abbonamento al canone, per loro, è rimasto invariato».

«I tre sindaci del Tigullio si sono attivati, di propria iniziativa, inviando una lettera alla Rai, senza tuttavia ricevere alcuna miglioria, nonostante siano trascorsi ormai cinque mesi. Undici mila cittadini, sparsi per la Val Petronio, attendono ancora una risposta. Ritengo sia corretto che a loro vengano date non solo risposte, ma anche e soprattutto un servizio completo, e a tal proposito sarebbe opportuno che la Regione Liguria facesse sentire la propria voce in merito, intraprendendo iniziative per consentire ai cittadini di Casarza Ligure, Moneglia e Castiglione Chiavarese di ricevere il servizio televisivo dovuto», conclude il Capogruppo Lega Nord Francesco Bruzzone.

Fonte: cittadigenova.com

Scritto da