Microsoft lancia Xbox One: console, mediacenter e smart tv

Microsoft presenta la nuova console: giochi, ma anche film e tanto internet. Nel mirino non solo la Playstation, ma tutto il mercato delle smart tv.

Microsoft svela il futuro dell’intrattenimento e della televisione convergente. Con la nuovissima console Xbox One lancia un mediacenter evoluto, che mette insieme giochi, televisione e web. «Presentiamo un nuovo sistema per una nuova generazione», ha detto Don Mattrick, presidente della divisione intrattenimento di Redmond. «Xbox One è progettata per offrire una generazione completamente nuova di giochi, spettacoli televisivi e intrattenimento, attraverso un unico e potente dispositivo all-in-one».

Uno dei punti fondamentali è la possibilità di passare dalla tv alla musica alla navigazione Internet o ai giochi attraverso i comandi vocali. Xbox One diventa così «un sistema che riuscirà a comunicare con tutti gli apparecchi della casa e unirli in un unico strumento di gestione». Non solo. L’altra novità è rappresentata dall’introduzione di Skype che potrà essere usato per riceve ed effettuare chiamate, anche di gruppo. Nella consolle di Microsoft è poi implementata una guida tv che servirà per consigliare e controllare tutti i programmi televisivi in diretta e seguirli con un semplice comando.

Come le piattaforme SmartTV di Samsung e altri, si potrà poi scaricare applicazioni per contenuti on demand, come Netflix o, per l’Italia, Mediaset Premium. Contenuti che saranno arricchiti da elementi interattivi. Non è ancora chiaro come Microsoft intenda muoversi in Italia, ma per gli Stati Uniti, ad esempio, è certa la presenza di numerosi canali di larghissima diffusione come CBS, HBO, SciFi, ESPN e molti altri.

I controlli possono essere attivati con la voce o attraverso movimenti del corpo, grazie all’interazione con la nuova versione del Kinect, e sarà possibile navigare e guardare in diretta la tv via cavo, Internet o decoder satellitare. La console non richiede login manuale: basterà dire “Xbox on” per accenderla, mentre per guardare la tv si userà il comando “watch tv“. Basterà poi muovere le mani per passare da una sezione all’altra e, grazie alla nuova funzione chiamata “Snap“, si potranno compiere due azioni in contemporanea come chiacchierare coi propri amici su Skype mentre si gioca a videogames.

La scatola delle meraviglie Microsoft nasconde al suo interno ben otto processori con un’architettura a 64-bit che, unitamente a 8GB di memoria, un chip grafico sviluppato da ATI, 500GB di hard disk, porte USB 3 e a un lettore Blu-ray, fanno dell’Xbox One un dispositivo enormemente più potente delle console attuali. Inoltre è dotata di un sistema di server per lo streaming di giochi e contenuti multimediali più potente dell’intera rete mondiale di computer nel 1999.

La Xbox One, che approderà nei negozi entro l’anno a un prezzo ancora da stabilire, punta a riconquistare il proprio ruolo centrale, insidiato dagli smartphone che consentono di giocare e usufruire di contenuti ovunque, sia in mobilità, sia in casa, collegandosi alla tv. Se infatti solo fino a qualche anno fa console come la Xbox e la Playstation della Sony erano un oggetto del desiderio, di recente un numero maggiore di consumatori cerca il proprio intrattenimento su smartphone, tablet e sul web.

Oggi quello dei videogame è un mercato da 65 miliardi di dollari all’anno, un’enormità che dà l’idea di un fenomeno che non conosce rallentamenti e che negli ultimi anni si è frammentato sui dispositivi mobili e sui social network. Pc e le console detengono ancora il 42% del mercato, ma vanno inesorabilmente in calo da qualche anno. Una tendenza che sembra confermata anche dal non eclatante successo dell’ultima nata in casa Nintendo, la Wii U, uscita lo scorso novembre.

La nuova console Microsoft entrerà dalla porta principale nell’emergente mercato della Smart tv come un apparecchio unico (una sorta di black box), mercato delle tv intelligenti su cui scommettono Samsung, Lg e Panasonic. Basterà collegarla a qualsiasi televisore per rendere quest’ultimo “smart”, interattivo e connesso a internet. Anche Sony ha le sue Smart tv, ma ovviamente qui il concorrente diretto rimane la Playstation 4, presentata in anteprima qualche mese fa e che forse potrebbe arrivare nei negozi il mese prossimo.

Fonti: La Stampa | dday.it | repubblica.it | corriere.it

Scritto da