Intel lancia la propria pay-tv in streaming

Intel, il colosso leader mondiale nella produzione di CPU, è pronto a invadere il mercato della tv convergente.  In cantiere accordi con Time Warner, Nbc Universal e Viacom per distribuire format di intrattenimento e film.  Secondo l’agenzia di stampa Bloomberg, sono in corso trattative preliminari anche con News Corp, Walt Disney e Cbs.

Le indiscrezioni trapelate negli ultimi mesi indicano che si tratta di un progetto in evoluzione: negli Stati Uniti la pay-tv di Intel avrà scaffali digitali per video on demand, un device convergente con archiviazione dei filmati nella nuvola informatica e applicazioni software come, ad esempio, Netflix. Sarà accessibile mediante un dispositivo, il set-top-box (stile Apple Tv), e potrebbe essere integrata con interfacce sensibili ai movimenti del corpo in grado di affiancare il tradizionale telecomando. Che Intel sia impegnata a esplorare frontiere dell’interazione emerge anche dal recente lancio del kit di perceptual computing: è una cassetta degli attrezzi digitale per costruire apps adatte, ad esempio, al riconoscimento vocale e dei gesti.

Quello delle smart tv è un territorio di espansione: 104 milioni nel mondo sono già entrate nelle abitazioni secondo le stime di Strategy Analytics. Negli Usa hanno raggiunto il 20% delle famiglie. E la competizione è intensa. Di recente Google ha varato un’applicazione software sull’App Store di iOs negli Usa: simula un telecomando per gestire la Google Tv attraverso i pulsanti sul display touch. Un salto in avanti è previsto durante il prossimo meeting del Google I/O. La piattaforma per la smart tv del colosso di Mountain View è stata in seconda fila alla fiera CES di Las Vegas, ma potrebbe avere maggiore spazio nella conferenza che riunirà gli sviluppatori software il prossimo maggio, come trapela da messaggi pubblicati su Google+ in uno spazio destinato ai programmatori informatici. A sfidare la Google Tv è anche la Smart Tv Alliance.

Apple prepara cambiamenti. Il quotidiano DigiTimes indica che il gruppo guidato da Tim Cook avrebbe contattato LG Display per fabbricare televisori Ultra Hd, ma non è ancora chiaro se sarà possibile avviare la produzione in poco tempo: avrebbe in cantiere uno sbarco sul mercato tra la fine dell’anno e l’inizio del 2014.

Fonte : ilsole24ore.com

Scritto da