Numerazione LCN, Sky rilancia la guerra del telecomando

Il colosso televisivo di Rupert Murdoch vuole sgambettare Mediaset e convincere Cardani (Agcom) ad adottare i tre numeri come sul satellite. A rischio i tasti per le tv semigeneraliste e per le tv locali.

Numerazione LCN del digitale terrestre di nuovo in subbuglio. Non bastasse il caos della digitalizzazione in alcune zone d’Italia, è scoppiata di nuovo la guerra per la posizione dei veri network sui tasti del telecomando del televisore. Sky, secondo quanto risulta a MF-Milano Finanza, avrebbe in mente di chiedere, in modo deciso, una revisione dei criteri di assegnazione alle televisioni semigeneraliste che occupano i tasti che vanno dal 20 al 30 del telecomando.

Un’idea che, se realizzata, comporterebbe un mezzo terremoto tra colossi del calibro di Mediaset (che è in quella fascia con Iris) e Rai. Il colosso di Rupert Murdoch, guidato in Italia da Andrea Zappia, pare abbia deciso di tornare ad attaccare a testa bassa il Biscione dopo una sorta di tregua armata. Alcune voci di corridoio segnalano che News Corp, che si considera generalista della nuova piattaforma televisiva e che quindi vorrebbe il tasto 10 o 9 del telecomando, ha tentato di far passare la proposta di una numerazione a tre cifre, esattamente quella che esiste sul satellite dove opera in regime pressochè di monopolio.

Su questo punto gli uffici dell’Agcom non sarebbero però propensi a rivedere un provvedimento (la delibera n. 442/12/CONS) che comunque risulta di difficile fattura: da una parte, si devono seguire le indicazioni della giustizia amministrativa, che ha ritenuto non corretta l’assegnazione dei tasti 8 e 9; dall’altra, l’Authority deve contenere l’ondata di proteste delle televisioni locali che non vogliono restare solo nella prima fascia di canali che vanno dal 10 al 19.

Fonti: MF

Scritto da