Tv locali, Aeranti-Corallo: “ancora ritardi per le misure di sostegno 2012″

A seguito della pubblicazione, nello scorso numero di TeleRadioFax dell’articolo “Misure di sostegno tv: gravissimi, inaccettabili ritardi” (con il quale veniva lamentato il fortissimo ritardo – che si sarebbe potuto evitare con una maggiore attenzione alle problematiche del settore – nel pagamento delle misure di sostegno 2011 e del saldo 2010, nonché il forte ritardo nella pubblicazione del bando 2012, la cui emanazione sarebbe dovuta avvenire entro il 31 gennaio 2012), il Ministero dello Sviluppo economico ha diffuso un comunicato stampa con il quale ha reso noto che il Ministro ha firmato il decreto di ripartizione dei contributi alle tv locali tra i vari bacini di utenza (saldo relativo all’anno 2010 di euro 13.335.408,00) e il decreto di ripartizione dello stanziamento relativo all’anno 2011(di euro 95.929.331,00).

Con lo stesso comunicato il Ministero ha affermato che il ritardo sarebbe derivato dalla circostanza che nella tempistica di emanazione dei provvedimenti si sarebbe tenuto conto di una sentenza del Consiglio di Stato, che avrebbe comportato il rifacimento di gran parte delle graduatorie da parte dei Corecom delle diverse regioni. Il Ministero, ha reso noto, altresì, che espletate le procedure di registrazione presso la Corte dei Conti verranno emessi i mandati di pagamento. Infine, quanto alle misure di sostegno per il 2012, il Ministero ha reso noto che è stato firmato il bando inerente detti contributi.

La problematica, a seguito delle contestazioni di Aeranti-Corallo e delle numerosissime interrogazioni parlamentari, sembrerebbe ora finalmente in fase di risoluzione: infatti, come risulta anche da risposte alle interrogazioni, sarebbe avvenuta la registrazione dei decreti di riparto alla Corte dei Conti e gli stessi sarebbero stati inviati alla Gazzetta Ufficiale per la pubblicazione che dovrebbe essere imminente. Per il bando 2012 (i relativi contributi ammontano a circa 78 milioni di euro) sarebbero invece previsti tempi un pò più lunghi, posto che lo stesso non sembrerebbe essere stato ancora registrato.

La Dgscer del Ministero (sottoposta da tempo ad estenuanti impegni lavorativi, in conseguenza delle scelte politiche del Ministero e della inadeguatezza quantitativa del relativo organico), si è, inoltre, già attivata affinché vengano predisposti in tempi rapidi i mandati di pagamento alle imprese, auspicabilmente prima della chiusura della Ragioneria per le festività natalizie.

Vi è infine da rilevare che gli importi stanziati dal Ministero per la campagna di comunicazione relativa al passaggio alle trasmissioni televisive in tecnica digitale terrestre nelle regioni Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia non sono stati ancora corrisposti. Anche in questo caso, il ritardo è inaccettabile e gravissimo. Aeranti-Corallo chiede ai Parlamentari e alle forze politiche di intervenire con decisione per sbloccare anche questi ultimi pagamenti.

Fonte: TeleRadioFax – Newsletter Aeranti-Corallo

Scritto da