Mediaset, primo rosso nella storia del Biscione

Primo rosso nella storia della tv. Mediaset chiuderà l’anno in perdita per 45-50 milioni di euro. Nel 2007, l’anno dei record, l’utile netto consolidato di Mediaset sfondò i 500 milioni, 506,8 milioni. A un lustro di distanza, il bilancio del primo gruppo tv privato italianochiuderà in rosso, il primo della pluridecennale storia.

«Per la chiusura dell’esercizio, pur prevedendo il raggiungimento di un mol largamente positivo, in assenza di significativi miglioramenti del mercato pubblicitario si stima un risultato netto consolidato in linea con quello registrato nei nove mesi dell’anno», si legge nell’ultimo paragrafo del comunicato diramato ieri dal Biscione.

Ed è facile calcolare quindi la perdita annua visto che al 30 settembre il rosso è stato di 45,4 milioni. E se il dato trimestrale è lievemente inferiore al consensus di mercato (-53 milioni), il dato 2012 è nettamente al di sotto delle attese degli analisti che si attendevano un utile, seppure risicato, di 38 milioni.

A pesare in particolare sui numeri di Mediaset sono stati i conti relativi al terzo trimestre che si è chiuso con un fatturato di 656,6 milioni rispetto ai 787,2 milioni dell’anno precedente, un mol di 177,9 milioni (contro i 489,3 milioni del 30 settembre 2011) e una perdita di 88,4 milioni che si confronta con un utile di 1,4 milioni dell’anno precedente.

A livello consolidato i nove mesi del gruppo controllato dalla Fininvest della famiglia Berlusconi si sono chiusi con un giro d’affari di 2,656  miliardi (-12,65), un mol di 944,6 milioni (-25.3%), un ebit di 48 milioni (-87%) e la perdita, appunto, di 45,4 milioni che si confronta con un utile di 164,3 milioni del 30 settembre 2011.

«E’ troppo presto» per poter dire se Mediaset distribuirà un dividendo per il 2102 ma «chiaramente la priorità resta il deleverage» cioé il calo del debito. Lo afferma Marco Giordani, direttore finanziario di del gruppo televisivo rispondendo a una domanda sul tema durante la conference call con gli analisti finanziari.

L’anno scorso Mediaset ha fortemente limato il dividendo (da 0,35 a 0,10 euro) con un utile di 225 milioni di euro, mentre nel 2012 difficilmente il Biscione riuscirà a evitare una perdita, a meno che il mercato pubblicitario non riparta improvvisamente. Sulle ipotesi di partnership tra Mediaset Premium e altri gruppi esteri nella pay-tv «non c’é niente in concreta negoziazione e nulla accadrà in breve termine», aggiunge Giordani mentre Luigi Colombo, direttore generale marketing di Publitalia, annuncia una raccolta pubblicitaria di ottobre «più o meno in linea con settembre». I conti di novembre e dicembre «devono ancora essere completati ma siamo fiduciosi che dicembre sarà migliore», aggiunge Colombo.

Fonte: MF | Ansa

Scritto da