Diritti Tv Calcio: la Spagna fuori dalla televisione

La nazionale di calcio della Spagna, campione del mondo e d’Europa in carica, è forse una delle squadre più forti della storia. Eppure le Furie Rosse non trovano televisioni disposte a spendere quattrini per mandare in onda un’unica gara di qualificazione contro la Bielorussia, prevista per venerdì 20 ottobre, valida per i prossimi Mondiali di Brasile 2014.

Nessun network e tv iberica, infatti, è disposto a spendere 1,5 milioni di euro (anche se il prezzo iniziale era di 3 milioni) richiesti dall’advisor Sportfive, la società intermediatrice che cede i diritti televisivi della Fifa. Una cifra ritenuta ancora troppo alta dalle televisioni spagnole. La crisi del mercato pubblicitario  impedisce la vendita di spazi tv per gli spot sufficienti per coprire almeno le spese.

TVE (la tv di Stato iberica) ha garantito la messa in onda della partita contro la Francia, in programma martedì 16 ottobre, annunciando di voler rinunciare all’incontro con la Bielorussia, considerando l’oneroso prezzo annuale che paga per trasmettere le partite in casa della Nazionale (ben 43 milioni all’anno). Telecinco, la rete spagnola controllata da Mediaset che ha già acquistato l’11 settembre scorso la partita contro la Georgia, ora non ritiene di poter investire sul prossimo match contro la Bielorussia. E senza un’ulteriore riduzione dei prezzi di certi diritti tv, in antitesi con la recessione in atto, i tifosi spagnoli non potranno vedere i propri campioni.

Fonte: L’Unità

Scritto da