TI Media: nel 1° semestre 2012 perdite per 35 mln

I ricavi di Telecom Italia Media, società di proprietà di Telecom Italia in cerca ancora di un compratore, sono saliti grazie all’andamento della raccolta pubblicitaria lorda complessiva dei canali La7 (+12,6 milioni di euro; +13,6%), in forte controtendenza rispetto al calo del mercato televisivo, e l’incremento del fatturato dell’operatore di rete TIMB (+11,4 milioni di euro).

L’EBITDA, invece, è peggiorato a causa dell’incremento dei costi di palinsesto di TI Media-La7 per una programmazione arricchita dal lancio di nuovi programmi e nuovi volti di rete, del calo dell’EBITDA di MTV e del mancato apporto di redditività delle attività di Competence Center cessate a settembre 2011, in parte compensati dal miglioramento dell’EBITDA dell’Operatore di Rete TIMB

Il rialzo dell’indebitamento è principalmente imputabile al fabbisogno per gli investimenti del periodo (30,2 milioni di euro) e al risultato della gestione operativa in parte compensati dall’incasso relativo al consolidato fiscale (19,3 milioni di euro). In particolare gli investimenti si riferiscono al completamento della rete Digitale Terrestre e al palinsesto. Rispetto al primo trimestre 2012 la posizione finanziaria netta migliora di 5,9 milioni di euro.

Più nel dettaglio, i ricavi di TI Media-La7 del primo semestre 2012 sono pari a 70 milioni di euro, in flessione di 1,5 milioni di euro (-2,1%) rispetto allo stesso periodo del 2011. Su tale andamento ha influito l’incremento della raccolta pubblicitaria netta complessiva, pari a 67,7 milioni di euro, in aumento del 10,1% rispetto al primo semestre 2011 (61,5 milioni di euro). Tale incremento ha quasi completamente compensato il mancato apporto delle attività di Competence Center, cessate a settembre 2011.

Il miglioramento della raccolta pubblicitaria è trainato dall’audience share di La7, che registra una media giornaliera di circa il 3,5%. Seppure tale dato sia leggermente inferiore a quanto registrato nel primo semestre 2011 (3,7%), risulta comunque in crescita rispetto al primo trimestre 2012 (3,4%), a fronte di un continuo calo degli ascolti delle altre reti generaliste. Prosegue inoltre la crescita dell’audience share di La7d, che si attesta allo 0,35%, in miglioramento sia rispetto al primo semestre 2011 (0,25%) sia rispetto al primo trimestre 2012 (0,34%). I costi di palinsesto hanno pesato sulla performance dell’ebitda (negativo per 34,5 milioni di euro e in peggioramento dai -5,7 milioni di euro dell’anno prima).

I ricavi di MTV nel primo semestre 2012 sono stati pari a 29,7 milioni di euro, in riduzione del 16,6% rispetto allo stesso periodo del 2011 (35,6 milioni di euro). Su tale andamento ha influito in particolare la contrazione della raccolta pubblicitaria lorda, che nel primo semestre 2012 è pari a 24,3 milioni di euro, e si è ridotta del 16,2% rispetto allo stesso periodo del 2011 (29,0 milioni di euro). L’ebitda è stato negativo per 3,6 milioni di euro, in riduzione di 6,5 milioni di euro rispetto al primo semestre 2011 (2,9 milioni di euro).

I ricavi dell’operatore di rete TIMB, anch’esso messo sul mercato, nel primo semestre 2012 sono stati pari a 37,7 milioni di euro e sono aumentati di 11,4 milioni di euro rispetto allo stesso periodo del 2011 (26,3 milioni di euro). L’EBITDA e’ stato di 22,0 milioni di euro in aumento di 10,3 milioni di euro rispetto al primo semestre 2011 (11,7 milioni di euro).

Fonte: Il Sole 24 Ore Radiocor

Scritto da