Switch-off Sicilia: i comuni che passano al digitale terrestre il 20 giugno

Giunto al termine in Calabria, il passaggio alla tv digitale terrestre è in pieno svolgimento invece in Sicilia. Nella giornata odierna del 20 giugno alle porte dell’estate sei comuni della provincia di Ragusa e Siracura passeranno in modo definitivo alla nuova televisione. Avola, Ispica, Noto, Pozzallo, Rosolini, Scili e parzialmente il comune di Pachino verranno coperti dalla tv digitale.

Qui puoi consultare tutte le date e i comuni dello Switch-off della Sicilia.

Ecco inoltre l’elenco dei comuni della Sicilia che faranno il passaggio redatto dalla Fondazione Ugo Bordoni previsto per oggi mercoledì 20 giugno:

Intanto proseguono le critictà del passaggio in Puglia. A Monte Sant’Angelo (Foggia) numerosi cittadini lamentano l’assenza, spesso anche totale, del segnale di ricezione. L’Amministrazione Comunale, facendo proprie tali lamentele, per il tramite del vicesindaco, Felice Scirpoli, si è attivata dapprima contattando il Ministero dello Sviluppo Economico, poi la Rai ed infine Mediaset. Le tv nazionali e il dicastero hanno rassicurato il Comune sottolineando che, in tempi brevi, la problematica sollevata sarà risolta. Mentre la Rai sta già provvedendo a ciò, Mediaset ha suggerito che, in attesa che i propri tecnici intervengano per ulteriori aggiustamenti, l’antenna televisiva venga posizionata in direzione “Murgetta“, località sita a sud-ovest della provincia di Bari, dove è posto il ripetitore della rete del Biscione.

A San Nicardo Garganico (Foggia) i gravi disservizi tv delle prime settimane post switch-off sembrano in parte risolti. Latita però ancora la Rai. Il sito sannicardo.org comunica che dalla postazione di “San Giuseppe” sono ora irradiati i principali multiplex nazionali, 4 della Rai, 4 di Mediaset (tra cui il Mux 5 inizialmente non previsto nel piano attivazione di Elettronica Industriale), 3 di TIMB oltre il Mux di Telenorba 7 e di Tele Blu. Ad essi se ne aggiungeranno altri nel corso delle prossime settimane per cui il quantitativo dei canali visibili è destinato ad aumentare dandoci la possibilità di seguire i tanti canali gratuiti e quelli a pagamento offerti dal digitale terrestre.

L’unica nota dolente riguarda la visione del Mux 1 Rai, trasmesso in banda VHF polarizzazione verticale; a causa delle continue interferenze subite dalla postazione Rai di Pescara “San Silvestro” (che dovrebbe essere spenta) assistiamo a continue interruzioni di segnale; dato che tale multiplex è irradiato con tecnologia MFN (Multi Frequency Network) anziché SFN non è possibile la sincronizzazione automatica della stessa frequenza proveniente da due o più impianti vicini per cui per la risoluzione della problematica occorrono tempi maggiori. I tecnici di RaiWay sono comunque al corrente del disservizio e stanno lavorando al meglio per ridurlo in tempi rapidi.

Scritto da