Switch-off Abruzzo: il Corecom smentisce la sospensione del passaggio al digitale terrestre

Il Ministero dello Sviluppo economico sembra aver fatto chiarezza. Lo Switch-off del digitale terrestre in Abruzzo ( e forse in tutta l’Area Tecnica 11 che comprende il Molise e la provincia di Foggia) partirà come previsto il 7 maggio prossimo. (Vedi qui il calendario).

Il giudizio pendente davanti al Tar Lazio, promosso dall’emittente Napoli Canale 21,  che avrebbe dovuto rinviare almeno fino al 23 maggio lo switch-off non riguarda, secondo il Ministero, il territorio dell’Abruzzo. Lo ha dichiarato oggi il presidente del Corecom Abruzzo, Filippo Lucci, che si dice «soddisfatto per questa comunicazione che arriva direttamente dal Ministero e che fa luce sulla vicenda del passaggio della regione al digitale terrestre».

Il dicastero infatti, esaminati gli elementi di fatto e di diritto, ha comunque disposto il regolare svolgimento del passaggio al digitale nella Regione Abruzzo secondo il calendario attuativo del citato decreto ministeriale, in quanto l’emittente che ha presentato ricorso non è titolare di impianti televisivi nella suddetta regione e pertanto non sussiste alcun interesse alla sospensione delle attività di transizione nella Regione Abruzzo.

Intanto la campagna informativa della Rai sul passaggio in Abruzzo va avanti. Con i gazebo in centro a Pescara, brochure informative inviate a sindaci, amministratori di condominio e installatori, e con il numero verde (800.022.000) del Ministero dello Sviluppo Economico per informazioni (molto generiche) e per ricevere assistenza durante l’installazione del decoder.

Fonte: ASCA | Ansa

Scritto da