Sky, la crisi pesa sugli abbonamenti

Anche Sky Italia, dopo una crescita costante nel 2011, comincia ad avvertire la morsa della recessione. La pay-tv satellitare controllata dalla News Corp di Rupert Murdoch, scrive MF, secondo quanto appreso da milanofinanza.it, rischierebbe di perdere una fetta di quei 5,03 milioni di abbonati registrati al termine della prima metà dell’esercizio fiscale 2011-2012, chiuso con ricavi per 1,87 miliardi di dollari e un utile operativo di 125 milioni.

Soglia che rappresenta un traguardo rilevante nei piani di crescita della società, che per sette trimestri consecutivi aveva visto crescere il numero di sottoscrittori. Il motivo di questo calo, oltre alle suddette motivazioni, andrebbe cercato anche negli effetti della legge 40/2007 (nota come legge Bersani) che ha abolito le penali in caso di recesso anticipato rispetto alla scadenza contrattuale, e che quindi concede ai consumatori la possibilità di recedere unilateralmente.

Scritto da