Mediaset: cala l’utile netto e la pubblicità nel 2011

Il Cda di Mediaset ha approvato i conti dell’esercizio 2011 che si è chiuso con un utile netto in calo a 176,2 milioni di euro (350 mln in 2010) e un Ebit in contrazione a 374,2 milioni (596,1 mln). I ricavi netti consolidati, spiega una nota, sono inoltre scesi a 3,24 miliardi (3,44 mld), mentre a livello di gruppo, la posizione finanziaria netta è negativa e peggiora a 1,78 miliardi (-1,59 mld in 2010). A fine anno, la generazione di cassa caratteristica era pari a 256,7 milioni (570,6 mln).

La raccolta pubblicitaria di Publitalia sulle reti gratuite Mediaset ha raggiunto i 2,67 miliardi (2,79 mld). La raccolta pubblicitaria complessiva di Publitalia ’80 e Digitalia ’08, comprensiva anche dei canali digitali pay e dei contenuti video distribuiti sul portale web Mediaset.it, è poi calata a 2,77 miliardi (-3,3% a/a). Per quanto riguarda Mediaset Premium, i ricavi da attività caratteristica Premium – vendita carte, ricariche, abbonamenti Easy Pay e raccolta pubblicitaria – sono cresciuti a 615,6 milioni (+14,1%). Sul fronte degli ascolti televisivi, le reti Mediaset con il 38,9% hanno confermato la leadership nazionale nelle 24 ore tra i telespettatori tra 15 e 64 anni (target commerciale). Canale 5 è la rete italiana più seguita nel target commerciale, sia in prima serata (18,8%) sia nelle 24 ore (18,1%).

Il Cda proporrà all’assemblea dei soci la distribuzione di un dividendo di 0,10 euro/azione, con stacco cedola previsto per il 21/5. Per quanto riguarda la pensiola iberica, infine, i ricavi di Mediaset Espana sono saliti a 1,01 miliardi (0,86 mld in 2010), con ricavi pubblicitari lordi migliorati a 971,5 milioni (+22,7% a/a) e utile netto attestato a 110,5 milioni (70,5 mln). Telecinco si conferma inoltre rete spagnola privata più seguita sia in prime time (13,2%) sia nelle 24 ore (14,2%). (MF-DJ)

Scritto da