Guerra del telecomando: Consiglio di Stato ferma il caos della numerazione LCN

Scongiurata almeno per ora una nuova baraonda sui numeri del telecomando dei canali del digitale terrestre. Le posizioni delle tv non cambiano, almeno fino a maggio. Il Consiglio di Stato ha confermato la sospensiva della sentenza del Tar del Lazio che il 26 gennaio scorso aveva accolto il ricorso presentato da Sky Italia contro l’attuale ordine della numerazione automatica dei canali (LCN) sulla tv digitale, per tutelare la posizione della sua emittente Cielo.

I giudici di secondo grado, riabilitando la delibera 366/10/CONS dell’Agcom, hanno evidenziato il “rilievo pubblico” dell’utilizzo dei numeri dei canali per fermare il caos che si sarebbe creato. Che in parole povere avrebbe significato nuovi ricorsi e cause tra emittenti ed enormi difficoltà per l’utenza (con canali introvabili sui decoder per i frustranti conflitti di numerazione). L’11 maggio quindi verranno discusse le tre sentenze del Tar che cancellano la delibera Agcom sulla numerazione LCN.

Soddisfatto per la decisione è il coordinatore dell’associazione delle tv locali Aeranti-Corallo, Marco Rossignoli: «E’ stato evitato un terremoto che avrebbe avuto conseguenze pesanti sia per i telespettatori sia per le tv locali».

Fonte: Avvenire

Scritto da