Banda Larga: a Roma frena il Piano per la Fibra Ottica

Nel lontano 2009 veniva presentato e lanciato in pompa magna al Campidoglio, il piano “Roma Città Digitale”, che puntava a cablare in fibra tutte le case romane entro il 2013 con un impegno economico pari a 600 milioni. Facendo un po’ di conti e le adeguate misurazioni il Sole 24 Ore di oggi ci svela che l’ambizioso progetto, presentato allora dal sindaco “spazzaneve” Alemanno e dal simpaticissimo ex ministro Brunetta, è a un punto morto, o quasi.

Dopo più di due anni – scrive il quotidiano – sono stati cablati da Telecom solo i quartieri Prati, Belle Arti, Appio e Pontelungo, mentre Fastweb, Wind e Vodafone hanno portato la fibra a collina Fleming. A frenare la marcia di un piano, che però il Comune considera ancora prioritario, soprattutto l’evoluzione tecnologica che ha portato alla ribalta la banda larga mobile. «Attualmente – precisa Unindustria che coordina il progetto – la banda ultralarga su rete fissa in fibra può essere utilizzata in 170mila abitazioni di Roma ma a breve sarà portata anche in altre zone».

Nel 2012 è prevista la copertura parziale delle zone di Nomentana, Angelo Emo, Marconi, Gordiani, Monteverde, Trastevere, Parioli, Viminale, Tiburtina, San Lorenzo, Portuense, Eur. La copertura però, afferma ancora Unindustria al Sole, avverrà non solo attraverso le reti fisse come previsto dal progetto iniziale ma anche attraverso il potenziamento delle rete mobile. Il piano – si legge nell’articolo – ha dovuto fare i conti anche con l’adeguamento del piano industriale di Telecom Italia che si era impegnata a supportare il progetto capitolino per il 75%. La società guidata da Franco Bernabè in pratica ha deciso di moncare il progetto, e prevede di portare la fibra solo negli “armadi” e di arrivare nelle case utilizzando il ramepotenziato” grazie all’uso di alcune tecnologie, che assicurerà velocità da 30 fino a 100 mega.

Solo in una seconda fase Telecom porterà la fibra fino dentro le abitazioni. Dal canto loro anche Vodafone, Wind e Fastweb dopo aver dotato Collina Fleming di banda larghissima a 100 mega non hanno annunciato l’intenzione di replicare il progetto in altre zone.

Fonte: Il Sole 24 Ore – corrierecomunicazioni.it

Scritto da