Telecom Italia: per 2012 stima ricavi ed Ebitda stabili

Telecom Italia stima per il 2012 ricavi ed Ebitda sostanzialmente stabili rispetto al 2011. E’ quanto emerge dall’aggiornamento del piano 2012-2014 del gruppo, secondo il quale Telecom stima, sempre per l’anno in corso, una posizione finanziaria netta rettificata a circa 27,5 mld euro (target invariato rispetto al Piano 2011-2013, che non includeva l’esborso per le frequenze LTE).

Gli obiettivi legati ai principali indicatori finanziari prevedono, per il periodo 2012-2014, una generazione di cassa (Ebitda-Capex) cumulata di oltre 22 miliardi di euro; investimenti industriali cumulati di oltre 15 miliardi di euro e una posizione finanziaria netta rettificata in ulteriore riduzione nel 2013 a circa 25 miliardi di euro e un rapporto posizione finanziaria netta rettificata/Ebitda inferiore a 2 volte a partire dal 2014 in poi.

L’aggiornamento del piano conferma le priorità strategiche per il gruppo che riguardano sostanzialmente il rafforzamento della generazione di cassa, tramite il riposizionamento verso mercati con migliori prospettive di sviluppo, che consentono di riportare il gruppo su un profilo di crescita; il continuo recupero dell’efficienza operativa, soprattutto sul mercato domestico e un approccio demad driven agli investimenti; e la costante e progressiva riduzione dell’indebitamento finanziario di gruppo, coniugando tale percorso di deleverage a una sostenibile remunerazione degli azionisti. (MF-DJ)

Scritto da