Diritti tv calcio: dopo accordo le Leghe rinunciano ad arbitrato

Chiuso giorni fa l’accordo sulla ripartizione dei diritti tv tra Lega di serie A, Lega di serie B e Lega Pro, il Tribunale Nazionale di Arbitrato per lo Sport (TNAS) comunica che si è svolta oggi la quarta udienza della controversia Lega Italiana Calcio Professionistico/Lega Nazionale Professionisti Serie A e Lega Nazionale Professionisti Serie B. La parte istante ha comunicato che è intervenuta transazione tra le parti e, pertanto, rinuncia agli atti dell’arbitrato.

Le parti intimate hanno accettato e, insieme alla parte istante, hanno esonerato il Collegio arbitrale dall’emissione del lodo definitivo, con la precisazione che le spese di arbitrato sono ripartite in ragione di 1/3 ciascuna tra le tre parti e le spese di difesa sono compensate. Il Collegio arbitrale ha dato atto di quanto precede e, con il consenso delle parti, si è riservato la pronuncia di ordinanza di liquidazione delle spese di arbitrato.

Secondo l’accordo raggiunto, la Serie A distribuirà oltre 180 milioni di euro alle leghe minori relativi ai diritti tv delle annualità comprese tra il 2008/09 e il 2011/12. Azzerato il pregresso, per gli anni a venire le parti dovranno trovare un nuovo accordo.

Scritto da