Sky Italia cresce negli utili e nel numero di abbonati (5,03 mln)

Sky Italia cresce a dispetto della crisi del mercato tv. I dati pubblicati oggi registrano un utile operativo di 6 milioni di dollari, con un miglioramento di 18 milioni rispetto al rosso operativo da 12 milioni di dollari registrato nello stesso periodo dell’anno scorso. E’ quanto si apprende dalla trimestrale di News Corp, che controlla Sky e che ha diffuso i conti ieri dopo la chiusura di Wall Street.

Nel secondo semestre 2011 Sky Italia ha infatti realizzato un fatturato di 947 milioni di dollari (+0,32%) e un utile di 6 milioni di dollari a fronte di una perdita di 12 mln usd dello stesso periodo dell’anno precedente. Questi risultati sono stati ottenuti anche grazie all’aumento del bacino di utenti arrivato a 5,03 milioni di abbonati (23 mila nuovi clienti nel secondo trimestre). Questi dati hanno avuto un impatto sui conti di News Corp, guidato da Rupert Murdoch, che ha archiviato il primo semestre con un fatturato di 16,9 miliardi di dollari e un utile di 2,88 miliardi. Il giro d’affari in valuta locale è cresciuto leggermente, grazie in particolare all’aumento della pubblicità e degli abbonamenti. L’aumento dell’utile operativo è anche dovuto a un calo delle spese e dei costi di programmazione.

Anche gli ultimi dati Audiweb attestano risultati importanti per la società. Spicca, infatti, uno scenario Internet in forte crescita con 35,8 milioni utenti totali ed evidenziano interessanti performance dei siti in concessione del network .fox, grazie a contenuti crossmediali e di alta qualità. Sono 4.494 milioni di utenti unici appassionati dei siti in concessione a .Fox Networks alla ricerca di curiosità e intrattenimento, mentre sono 32.553 milioni le pagine viste. La brillante performance sul web conferma la strategia vincente di .fox – network internazionale di pubblicità online di proprietà di Fox International Channels – nell’offrire alla rete esperienze di intrattenimento uniche attraverso contenuti di qualità.

Fonti: key4biz.it | corriere.it | MF-DJ

Scritto da