Endemol: gli hedge found convertono il debito

Sono ore decisive per la società olandese di produzione televisiva Endemol, leader nella creazione di format tv come il Grande Fratello. Dopo mesi di trattative i vertici dell’azienda, detenuta da Mediaset, dal fondo Cyrte e dalla banca Goldman Sachs, annunciano di aver raggiunto un accordo coi creditori, le banche Royal Bank of Scotland, Barclays e la stessa Goldman Sachs e un gruppo di hedge found (Apollo e Centerbridge), per la ristrutturazione di 2,7 miliardi di euro di debiti.

Dopo il rinvio di metà novembre di una prima scadenza, i creditori hanno procrastinato gli accordi sull’ingente debito anche a dicembre. Una significativa maggioranza in rappresentanza di circa due terzi dei creditori – si legge in un comunicato – ha raggiunto un accordo di principio sulla ristrutturazione della struttura del capitale del gruppo. Si dovrebbe andare verso la conversione del passivo in equity, quindi, e i fondi speculativi, che in questi mesi hanno rastrellato il debito di Endemol, dovrebbero divenire soci di maggioranza.

Nonostante i tentativi passati di acquisto di una parte della quota di maggioranza e del debito da parte di Mediaset insieme a Clessidra, e l’offerta in contanti da un miliardo di euro di Time Warner, ora gli azionisti di maggioranza Mediacinco Cartera (Mediaset), Goldman Sachs e il gruppo Cytre andrebbe inevitabilmente a perdere il controllo dell’azienda acquistata da Telefonica nel 2007 per circa 500 milioni ciascuno per il 33%, quando Endemol era al picco del mercato.

Fonti: Il Sole 24 Ore | AGI

Scritto da