Digitale terrestre Veneto: scoppia la rivolta anti Rai dei sindaci

Nel Veneto Orientale si allarga il numero di famiglie esasperate che non riesce a ricevere il segnale della tv digitale terrestre, e in particolare i canali Rai. Se un anno fa circa 100 mila residenti veneti subivano i disagi e gli oscuramenti televisivi digitali, oggi il disservizio, invece che attenuarsi, si sta allargando a macchia d’olio, soprattutto nel Sandonatese.

Per questo motivo, qualcuno dice finalmente, la Conferenza dei sindaci del Veneto Orientale richiede al Ministero dello sviluppo economico la sospensione del pagamento del canone Rai e il blocco delle “vessazioni” in atto per la riscossione coatta dell’abbonamento non pagato dalle famiglie senza tv.

«Dal passaggio al digitale terrestre – scrivono i sindaci – nel territorio del Veneto Orientale persistono i disagi e i disservizi lamentati da parte di molti cittadini: il disagio subito dalle famiglie è aggravato dal fatto che i cittadini non godono di un servizio pubblico pur sostenendo il costo di un canone annuo. La Conferenza dei sindaci del Veneto Orientale, ritenendo doveroso intervenire per tutelare il più possibile tutti i cittadini e in particolare gli anziani e le fasce più deboli, si è attivata in una serie di iniziative fra le quali, incontri pubblici e incontri specifici con tecnici di RaiWay, anche in collaborazione con la Regione  e le associazioni di categoria di antennisti e rivenditori».

I sindaci veneti ritengono pure vessatorio l’atteggiamento della Rai in merito alle misure per la riscossione coattiva del canone che non tiene conto della difettosa ricezione del digitale terrestre che permane nel Veneto Orientale. «Al fine di contribuire ad ovviare al disservizio che insiste nel territorio e ad una forma di risarcimento del danno subito dai cittadini, la Conferenza dei sindaci del Vento Orientale chiede un intervento tecnico risolutivo e l’esenzione dal canone Rai fino a che i problemi di ricezione non saranno eliminati».

Fonte: Il Gazzettino VeneziaMestre

Scritto da