Switch-off Toscana: nella prima giornata campale di passaggio si estendono i problemi del digitale terrestre

17 Novembre: le ultimissime dalla Sala Operativa sullo Switch-off in Toscana (qui il calendario completo)

Procedono le operazioni di spegnimento del segnale analogico: oggi sono tantissimi i territori coinvolti, nelle province di Lucca, Massa Carrara, Siena e Arezzo, per un totale di circa 500 mila cittadini. Moltissime le telefonate che continuano ad arrivare alla Sala Operativa di UNCEM e Regione Toscana, per segnalare criticità o per chiedere informazioni.

Nel corso della giornata sono state già risolte le problematiche tecniche delle emittenti Rai che stamattina avevano interessato la zona a Sud della Toscana, dove non si vedevano i canali Rai serviti dai ripetitori di Monte Luco e Monte Nerone. Al momento risultano aperte alcune problematiche segnalate nei giorni scorsi, per quanto riguarda alcune località nei comuni di: San Marcello Pistoiese (le frazioni di Gavinana, Pontepetri e Maresca); Piteglio (in località Popiglio); Cutigliano; Bagni di Lucca (in località Pieve di Controne); Cantagallo; Vernio (in località Le Confina); Barberino di Mugello (Cirignano); San Godenzo; Marradi; Marciana (nelle frazioni di Chiessi e Pomonte). C’è da notare che comunque i problemi di ricezione stanno interessando una porzione ridotta della popolazione all’interno di questi Comuni, che i tecnici si stanno adoperando a risolvere in tempi rapidi.

Domani venerdì 18 novembre sarà la giornata più impegnativa e più a rischio dello Switch-off toscano, perchè eseguiranno la transizione quasi 2,5 milioni di toscani in 139 comuni che passeranno totalmente alla tv digitale e in 96 comuni e faranno il passaggio in modo parziale. Sono comunque attesi i classici problemi di ricezione e di adeguamento alla nuova tecnologia. Ad esempio, il Comune di Prato stima che circa 2 mila pratesi potrebbero avere difficoltà a ricevere il nuovo segnale. «Purtroppo nella zona di Figline e in un tratto di via Firenze, verso Pizzidimonte, con ogni probabilità la visione della Rai e di altri canali sarà a rischio — anticipa il vice sindaco Goffredo Borchi — In ogni caso ci stiamo già muovendo per far potenziare il segnale e attiveremo la procedura di emergenza per ogni problema che ci verrà comunicato. Entro Natale speriamo che tutti possano vedere tranquillamente la televisione».

Scritto da