Tv convergente: Mediaset lancia Social Tv su Italia 2

Nonostante il tradizionale approccio di Mediaset nel mercato come broadcaster classico della televisione, anche il Biscione a suo modo e timidamente si affaccia nel mondo della tv convergente, quel nuovo modo di costruire e offrire trasmissioni e contenuti tra Internet e televisione, che cresce nei mercati internazionali, e sta creando una nuova tipologia di consumatori televisivi attivi slegati da palinsesti e orari.

Dopo il lancio del servizio a pagamento Mediaset Premium Net Tv, che offre per l’abbonato Premium una piattaforma su Pc e decoder interattivi che distribuisce contenuti in streaming, è attivo sul digitale terrestre dal 14 novembre il nuovo servizio gratuito e interattivo Social Tv (in versione beta) che si propone come un facile strumento per la condivisione (vincolata) sui social network dei programmi targati Mediaset.

Social Tv è un servizio costruito sulla piattaforma MHP, disponibile sui decoder interattivi connessi a Internet Premium On Demand HD (in particolare i modelli Telesystem TS7500HD, TS7510HD, TS7910HD e il TS7900HD), anche se l’azienda di Cologno Monzese dovrebbe estendere la compatibilità su altri decoder Telesystem e Humax contrassegnati dal bollino Gold di DGTVi, e prossimamente sui televisori connessi Samsung, LG e Sony. La novità convergente di Mediaset è stata resa subito disponibile gratuitamente sul nuovo canale Italia 2 (canale 35 del digitale terrestre), più vicino a un target di giovanissimi che non rinuncerebbero mai al proprio profilo su Facebook.

E infatti la peculiarità del servizio convergente del Biscione è la connessione diretta al social network più popolare del mondo. In pratica basta collegarsi al canale Italia 2 con un  decoder interattivo compatibile connesso a Internet, schiacciare il tasto rosso, loggarsi al servizio (attraverso un numero di user e un numero pin forniti dal sito di Mediaset.it) e scegliere se condividere, invitare o suggerire il programma selezionato con i propri amici. Tutto molto semplice.

Il servizio interattivo proposto da Mediaset ha però suscitato delle preoccupazioni, tra le riviste e i blog specializzati della rete, sull’argomento privacy. Oltre alla necessaria registrazione per i servizi del sito di Mediaset.it, che autorizza l’uso dei dati dell’account, previo consenso, per l’invio d’informazioni commerciali e pubblicitarie, per la realizzazione di servizi personalizzati, per la comunicazione a società terze e ad altre società del Gruppo Mediaset, sono nati dei timori per un basso livello di tutela dei dati personali perchè Social Tv è progettata per l’avvio un’applicazione dedicata che si interfaccia direttamente con il proprio profilo Facebook. Un’app che può accedere in ogni momento al proprio profilo, ufficialmente per scrivere sulla bacheca personale del social network il programma consigliato, ma che potenzialmente può rilevare le info di base, i gusti e le preferenze registrate sull’account, anche se la stessa applicazione non è attiva.

Come dire, con Social Tv di Mediaset nasce un nuovo sistema convergente di condivisione dei contenuti tra Tv e Internet, che comunque andrà probabilmente a raccogliere tantissimi dati aggregati e anonimi dell’utenza del giovane canale televisivo (nello stesso modo in cui opera Facebook con altre applicazioni note); informazioni, suggerimenti e rilevamenti di preferenze di fondamentale importanza per il business della televisione commerciale più grande d’Italia. Ma grazie al tam tam in rete sul rischio privacy, secondo fonti interne provenienti direttamente da Cologno Monzese, sarà modificata l’informativa sulla tutela dei dati personali del servizio di condivisione che andrà ad includere anche le indicazioni sull’applicazione Facebook incriminata.

In una seconda fase prevista per il prossimo anno, l’applicazione Social Tv verrà arricchita di altre funzioni, come la possibilità visualizzare il numero di amici che vedono lo stesso programma, l’elenco di programmi più visti e più graditi, e l’accesso ai commenti scambiati su Facebook sui contenuti. Mediaset prevede a lungo termine di portare il servizio anche su altri canali e di integrarlo con funzioni nuove interattive anche su altri social network.

Scritto da