Switch-off Umbria. La Regione pressa il Ministero: “subito l’assegnazione delle frequenze alle tv locali”

Assisi – A dieci giorni dal passaggio dell’Umbria al sistema digitale terrestre ancora non sono state assegnate le frequenze alle televisioni regionali e locali. A sottolinearlo l’assessore regionale Stefano Vinti. «E’ una situazione che ormai non si può più procrastinare – afferma -. La giunta regionale da tempo ha messo in campo ogni possibile azione per accompagnare questa delicata fase, coinvolgendo tutti i soggetti che partecipano al passaggio, dagli enti locali agli utenti, alle imprese, ai lavoratori chiamati materialmente ad intervenire. Ma se il Ministero dello Sviluppo economico e l’Autorità per le telecomunicazioni, in seguito alla gara che si è svolta, non assegnano immediatamente le frequenze sarà difficile evitare problemi ed inconvenienti».

Per questo motivo Vinti ha inviato una lettera urgente al ministro dello Sviluppo economico Paolo Romani nella quale si segnala, proprio in relazione all’importanza di questo appuntamento, che, «alla data odierna, la mancata assegnazione delle frequenze rischia di inficiare gli sforzi profusi nei mesi passati oltre che a compromettere il buon esito del passaggio al digitale terrestre». «Per questa ragione – continua Vinti nella lettera al ministro – poniamo alla Sua attenzione la necessità di assegnare nell’immediato le frequenze alle emittenti televisive regionali e locali al fine di consentirci, quanto prima, la verifica della copertura del servizio del territorio e della popolazione della Regione Umbria». (AGI)

Scritto da