Digitale terrestre Rimini: troppi disagi tv, la Provincia pensa al ricorso individuale pilota

A un anno di distanza dallo Switch-off del digitale terrestre, a Rimini città e in parte della provincia continuano a essere tantissime le segnalazioni da parte dei residenti sulla cattiva o assente ricezione dei canali tv. Un grave disservizio, soprattutto per la mancanza dei canali digitali Rai, che sta creando molti disagi alla popolazione anziana, e ulteriori spese per l’utenza.

Nonostante le numerose proteste ufficiali e la richiesta di interventi delle istituzioni locali indirizzate al Ministero dello sviluppo, poco o nulla è cambiato dal dicembre del 2010. Per questo motivo lo scorso venerdì 28 ottobre l’assessore al Sistemi informativi e Reti telematiche della Provincia di Rimini, Mario Galasso, ha incontrato il responsabile di Federconsumatori Rimini, Andrea Bascucci, proseguendo il confronto per definire entro metà novembre una piattaforma comune di azioni tra Enti locali e associazionismo a tutela del cittadino sul problema del digitale terrestre televisivo nell’area riminese.

«Nonostante le iniziative messe in campo in questi mesi dalla Provincia di Rimini – si legge in una nota -, che ha inviato una lettera ufficiale di illustrazione delle problematiche al Ministero dello Sviluppo e delle associazioni dei consumatori, non è occorso alcun beneficio. Anzi, in alcune zone della costa (area sud) e dell’interno (Valconca in particolare) le problematiche si sono ulteriormente aggravate». Da qui la proposta di un’azione sinergica tra pubblico e associazionismo. «Pare di difficile attuazione – conclude la nota – l’ipotesi di class action a causa di evidenti buchi legislativi sul versante degli ipotetici risarcimenti. Più fattibile, invece, la strada del ricorso individuale pilota».

Fonte: romagnanoi.it

Scritto da