Switch-off Liguria: Adiconsum denuncia la solita scarsa informazione al cittadino sul digitale terrestre

L’associazione Adiconsum a tutela dei consumatori rileva e notifica la solita comunicazione parziale e superficiale offerta al cittadino sul passaggio al digitale terrestre, e accusa la Regione Liguria di non aver fatto tutto ciò che era necessario per tenere informato il telespettatore, dimenticando le informazioni sulle alternative satellitari, e penalizzando in questo modo gli utenti a rischio, come ad esempio gli anziani, sulla corretta ricezione dei segnali tv digitali.

Non bastava quindi la quasi inesistente ed inefficace informazione propinata dal Ministero dello sviluppo con il Tour Informativo di Nando il Telecomando. Adiconsum ha appena terminato il suo tour in Liguria del progetto Digitale Chiaro, che ha visto la presenza degli esperti dell’associazione nelle piazze per spiegare ai cittadini come passare alla tv digitale. Come era prevedibile si è dovuta riscontrare come la popolazione Ligure sia disinformata su tutto ciò che concerne il passaggio alla tv digitale dei prossimo giorni.

Secondo l’associazione è la diretta conseguenza della pessima comunicazione realizzata dalla Regione Liguria. Le informazioni sono scarse, non spiegano ai consumatori come comportarsi in merito all‘acquisto dei decoder, al tipo di piattaforma da utilizzare e sul quando ricorrere all’installatore. Le pagine del sito internet della regione Liguria, dedicate allo switch-off, sono superficiali ed incomplete. È inspiegabile tale comportamento se si pensa che la Liguria doveva essere pronta al passaggio nell’ottobre del 2010 beneficiando quindi di altri mesi per prepararsi. Stupisce vedere che il sito si riferisce solo alla piattaforma terrestre, dimenticando quella satellitare e la trasmissione attraverso la banda larga, dimostrando una scarsa competenza in materia.

Bastava riprendere le notizie dal sito del ministero dello Sviluppo Economico, www.decoder.comunicazioni.it esauriente in tutte le informazioni. Proprio la Liguria, regione che per motivi di territorio avrà, purtroppo, molte aree non raggiunte dal segnale terrestre, non dice nulla sulla piattaforma satellitare e sui decoder della piattaforma Tivù Sat, unico rimedio per non lasciare senza televisione tutti gli utenti che vivono in zone collinare e montane. Nessuna spiegazione sui decoder più economici che permettono di vedere solo i canali gratuiti e pochi consigli su come comportarsi in merito all’impiantistica.

Adiconsum boccia quindi la comunicazione della regione Liguria che ci auguriamo nei prossimi giorni sia più esaustiva e che sia frutto di un maggior confronto con le Associazioni Consumatori che conoscono bene le esigenze e le necessità dei cittadini. Adiconsum propone ai liguri di informarsi utilizzando il portale di Adiconsum dedicato allo switch-off ed i canali istituzionali del Ministero dello Sviluppo Economico come il numero gratuito 800.022.000 ed il sito www.decoder.comunicazioni.it.

Scritto da