Switch-off Umbria: la Regione incontra le associazioni del commercio

(AGI) – Perugia – «Un incontro proficuo con l’obiettivo di agevolare ancor più il passaggio al sistema digitale terrestre per l’Umbria», ha commentato l’assessore regionale Stefano Vinti dopo aver incontrato i rappresentanti di Confesercenti e Confcommercio.

Partendo dalla iniziativa del Ministero dello Sviluppo economico che dal 10 settembre erogherà un contributo per l’acquisto del decoder agli ultrasessantacinquenni con un reddito pari o inferiore a 10 mila euro, regione e associazioni hanno convenuto sulla esigenza di un’adeguata informazione per i consumatori utenti sia per quello che attiene alle operazioni tecniche necessarie ad affrontare lo switch-off sia per ciò che riguarda il ruolo degli operatori commerciali. I rappresentanti delle associazioni di categoria hanno confermato l’impegno dei propri associati per iniziative di sensibilizzazione dei cittadini sul digitale terrestre, garantendo massima attenzione alla commercializzazione di prodotti di qualità a tutela dei consumatori-utenti.

L’assessore Vinti ha invece sottolineato come la Regione abbia già messo in cantiere del materiale informativo dichiarando anche la disponibilità a collaborare con le associazioni di categoria per una campagna di comunicazione all’interno degli esercizi commerciali interessati dal digitale. Vinti ha espresso infine soddisfazione per la grande attenzione che anche le associazioni dimostrato nei confronti di un appuntamento importante quale il passaggio al digitale terrestre rappresenta.

La Regione Umbria è intenzionata a sostenere le emittenti televisive umbre nel delicato passaggio dal sistema analogico a quello digitale, a minimizzare l’impatto delle emissioni elettromagnetiche e garantire la funzionalità della rete e la copertura del servizio anche a vantaggio degli utenti. E su proposta dell’assessore, ha approvato le disposizioni transitorie da applicare agli impianti radiotelevisivi che attueranno il passaggio rimanendo nello stesso sito.

Scritto da