La Tv della Libertà, va in onda un buco da 19 mln di euro

L’attuale ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla ha rifilato un bel pacco all’associazione Movimento politico Forza Italia. Un pacco che si chiama La Tv della Libertà srl, e che ha prodotto, finora, quasi 19 milioni di perdite in soli quattro anni di vita.

Il problema è che la Tv della Libertà, di fatto, ha cessato di esistere da un pezzo. Nel senso che il momento di massimo fulgore è stato tra il giugno del 2007 e il luglio del 2008, quando il canale mandò in onda la programmazione sul satellite e su alcune tv locali. Ma oggi pure sul Web il sito ufficiale recita “in manutenzione” (per sempre).

Tuttavia  la società editrice esiste ancora e continua ad generare perdite. L’azionista di riferimento inoltre è cambiato. Non è più il ministro del Turismo del governo Berlusconi, che ha guidato l’emittente fino al 2009 con la società Vittoria Media partners, ma è ora il Movimento politico Forza Italia, che ha cambiato il nome dell’azienda e ha preso in carico tutti i conti in rosso. Perdite che nel 2010 sono ammontate a 607 mila euro, a fronte di soli 27 mila euro di ricavi, con i costi dei servizi pari a 600 mila euro, e con un debito di quasi 2 milioni.

Ma nel corso della sua breve vita la Tv della Libertà ha accumulato perdite per quasi 19 milioni. E tra il 2007 e il 2008 i conti in rosso raggiunsero la notevole cifra di 15 milioni di euro, proprio quando a capo della società sedeva la Brambilla, distintasi poi come rappresentante del governo con il flop dell’ignobile logo “Magic Italy” e con gli insuccessi del portale italia.it. Mentre nel 2009 l’attività ormai in dismissione si limitò a perdere “solo” 3 milioni. Secondo quanto riporta Italia Oggi, nell’ultima assemblea dei soci della società, l’ex-ministro della Cultura Sandro Bondi, azionista unico del Movimento politico Forza Italia, ha approvato a malincuore il piano per ripianare i debiti dell’inesistente emittente con un bel assegno da 400 mila euro.

Fonte : Italia Oggi

Scritto da