Numerazione LCN: il CONNA contro l’Agcom chiede l’intervento del Parlamento

L’associazione non profit delle tv locali CONNA (Coordinamento Nazionale Nuove Antenne) commenta con toni accesi la vicenda della guerra del telecomando del digitale terrestre, scoppiata in questi giorni d’agosto in seguito alla sentenza di annullamento della delibera Agcom 366/10/CONS da parte del Tar del Lazio, che ha temporaneamente spazzato via le regole della numerazione automatica dei canali digitali (LCN); sentenza immediatamente bloccata dal Consiglio di Stato e in attesa di verifica (30 agosto).

«La sentenza del TAR Lazio del 29 luglio contro l’attribuzione della numerazione sui telecomandi viziata da pesanti irregolarità elencate puntualmente nella motivazione del tribunale, ha finalmente scoperto quanto sia controproducente l’organismo di formazione partitica presieduto da Corrado Calabrò (Agcom). L’imposizione del digitale che poteva essere realizzato da satellite lasciando sulla terra le cose come stavano, ha prodotto caos, disordine e grave crisi non solo nell’emittenza locale, ma anche nelle reti nazionali, con caduta verticale degli ascolti. La catastrofe è in buona parte dovuta alla responsabilità diretta dell’Agcom che ha praticamente soppiantato quello che era il ministero delle comunicazioni che se non altro era composto da soggetti competenti in materia».

«L’Agcom – continua il CONNA – ha proceduto in certi casi addirittura in senso opposto alle sue delibere; a quella per esempio che stabiliva dovesse essere unificata in un solo decoder la sintonizzazione di quanto si muove nell’etere. L’incompetenza, l’arroganza e la presunzione insieme alla sottomissione al diktat governativo circa la messa all’asta dei canali dal 61 al 69 espropriati alle “locali” verso le quali la nostra associazione nulla ha potuto fare, merita che le forze politiche che non hanno perso totalmente il senso della democrazia e della giustizia si facciano promotrici dell’apertura di una inchiesta parlamentare», conclude la nota del sindacato radiotelevisivo.

Scritto da