Codacons: il 96% degli esercizi pubblici in Liguria non paga il canone Rai

Genova – E’ record di evasioni del canone Rai in Liguria. Lo denuncia il Codacons che, rilanciando i dati diffusi dalla Rai, mette nel mirino oltre 41.000 esercizi pubblici liguri che non pagano la tassa sulla radiotelevisione. Per un’evasione totale pari a 230 milioni di euro.

Nell’elenco figurano il 96% di alberghi, residence, ristoranti, negozi e strutture turistiche e ricettive in generale. A completare la lista stilata dall’associazione dei consumatori anche circoli, associazioni private, ospedali, case di cura, uffici, navi di lusso, sedi di partiti politici, studi professionali, mense aziendali, scuole ed istituti religiosi.

In realtà la percetuale di evasione del canone della Liguria denunciata dal Codacons si attesta nella media nazionale del mancato pagamento del canone speciale (riservato agli esercizi pubblici, agli enti locali e alle aziende), che supera, secondo i dati della Rai, di gran lunga il 90%. Discordanti invece le cifre: per la Rai a livello nazionale verrebbero a mancare ogni hanno 140 milioni dall’evasione del canone speciale. Mentre le cifre calcolate in Liguria dall’associazione a tutela dei consumatori potrebbero rientrare invece nel calcolo fatto dall’Aduc, sempre su scala nazionale, che ha quantificato l’ammanco “speciale” superiore ai 700 milioni di euro l’anno. Il Codacons ha inviato oggi un esposto alle Procure competenti in difesa della “miriade di privati cittadini cui l’Agenzia delle entrate richiede periodicamente il pagamento del canone Rai”. L’associazione dei consumatori spiega inoltre che “a seconda della categoria, il canone evaso va da 198,11 a 6.603,22 euro”.

Fonte: ANSA

Scritto da