Switch-off Toscana: arrivano gli angeli del telecomando

Per il passaggio all televisione digitale terrestre in Toscana, previsto tra il 7 novembre e il 2 dicembre, la Regione assume anche una squadra di esperti.

La Toscana dice addio alla “vecchia” televisione analogica e lo fa in anticipo, rispetto a quanto era stato deciso inizialmente. L’ora x è fissata il 7 novembre: il segnale analogico verrà totalmente spento in tutte le aree programmate (comprese le Aree Tecniche 8 e 10, cioè Liguria e Marche) e verranno accesi tutti i canali digitali entro il 2 dicembre. E per aiutare in questo passaggio i cittadini, soprattutto quelli meno avvezzi all’uso delle nuove tecnologie, scendono in campo dei veri e propri “angeli del telecomando”.

L’idea, che sta prendendo forma proprio in questi giorni, è quella di schierare un team di volontari per dare assistenza, anche a domicilio, alle persone che dovranno sintonizzare i nuovi canali digitali. Il servizio sarà pensato in particolare per aiutare le fasce deboli della cittadinanza, come gli over 65, i disabili, i non autosufficienti e i residenti in zone considerate marginali. La Regione Toscana sta infatti lavorando a un protocollo d’intesa con Anci e Uncem per garantire questo servizio. In cantiere c’è la possibilità di utilizzare la rete degli sportelli Paas (punti di accesso assistito ai servizi). Da tempo è stato attivato anche un tavolo tecnico con emittenti locali e associazioni di enti locali (Anci, Uncem, Urpt) per mettere a punto interventi a sostegno degli utenti e delle categorie interessate.

“Il passaggio al digitale è una sfida importante per l’intero sistema televisivo regionale e non solo – ha detto Stella Targetti, vicepresidente della Regione Toscana – abbiamo già messo in moto le nostre iniziative perché il passaggio sia il più possibile agevole per gli utenti e perche’ costituisca una occasione di qualificazione per l’intero settore”.L’addio all’analogico era previsto inizialmente per la prima metà del 2012, ma è stato anticipato perché stanno “transitando” alla nuova tecnologia la Corsica e la Liguria. Se la Toscana non si allineasse potrebbe subire problemi di interferenza. (intoscana.it)

Scritto da