F2I e Intesa Sanpaolo acquistano la rete in fibra ottica Metroweb per 436 mln

Roma, 31 mag. (TMNews) – Con l’accordo per l`acquisto del 100 per cento del capitale di Metroweb “rientra in Italia la proprietà di un asset strategico per lo sviluppo della fibra ottica nel nostro Paese”, oggi detenuto in quota maggioritaria dal fondo di investimento inglese Stirling Square Capital Partners e, per una quota minoritaria, dalla multiutility A2A. Lo sottolienano in una nota F2i (Fondi italiani per le infrastrutture) e Intesa Sanpaolo. Il valore dell`operazione è di 436 milioni di euro. E’ previsto un finanziamento guidato da Banca IMI e Mediobanca, comprendente Banco Santander, Societé Generale e Centrobanca.

Fastweb, principale cliente di Metroweb, ha manifestato il proprio interesse – si legge nella nota congiunta – ad entrare nel consorzio con una quota di minoranza successivamente al perfezionamento dell`operazione. Metroweb possiede la più grande rete di fibre ottiche d`Europa: cablaggi per oltre 7.200 Km, cavidotti sotterranei per circa 3.300 Km coprendo un`area di oltre 2,7 milioni di abitanti prevalentemente nel comune di Milano e parzialmente nel resto della regione Lombardia. In particolare, la città di Milano è una tra le prime metropoli europee con una rete in fibra ottica in grado di raggiungere direttamente edifici residenziali e business site. Il consorzio F2i – Intesa Sanpaolo (87,5 per cento F2i – 12,5 per cento Intesa Sanpaolo) entrando nel comparto delle infrastrutture di tlc, “contribuirà, in modo efficace, a migliorare la diffusione nel Paese della connessione a banda larga, attualmente limitata a poche città italiane. (primacomunicazione)

Scritto da