Digitale terrestre e tv locali. Udc: “Governo con tagli lineari uccide il settore e non risparmia”

Roma, 6 mag. (TMNews) – “Il Governo, continuando a procedere con il sistema dei tagli lineari, metterà in crisi uno alla volta tutti i settori della nostra economia, senza riuscire ad eliminare gli sprechi”. Lo dichiarano i deputati dell’Udc Mauro Libè, Roberto Occhiuto e Roberto Rao. “Questa volta – proseguono gli esponenti centristi – è toccato alle televisioni locali, già colpite nei mesi scorsi da interventi durissimi e dal passaggio al digitale terrestre, che ha imposto forti investimenti e ha portato un generale calo di audience. Le reti locali in Italia hanno raggiunto un grande sviluppo e oggi garantiscono il pluralismo, un’informazione vicina ai territori e migliaia di posti lavoro, sia a giovani che a professionisti affermati. Il Governo, se volesse realmente risparmiare, dovrebbe costruire un nuovo sistema di incentivi per premiare chi produce e crea lavoro e non regalare denaro pubblico a quanti si limitano a mandare in onda televendite”. “Così – concludono – i risparmi sarebbero garantiti, il settore sarebbe salvo e si creerebbe un precedente importante. Ma si dovrebbe avere il coraggio di decidere, una caratteristica che fin ora è mancata sia al Governo che alla maggioranza”.

Scritto da