Sky all’assalto (anticipato) del digitale terrestre

Sky, l’azienda media tv leader sulla piattaforma satellitare in Italia, prepara l’entrata nel mercato del digitale terrestre dalla porta principale, proponendo la sua offerta pay e in HD.

Secondo indiscrezioni provenienti dalla Commissione Europea e dalla testata MF – Milano Finanza, il network guidato da Tom Mockridge ha presentato presso il vertice dell’Antitrust europeo, presidiato dal nuovo commissario Joaquin Almunia, una richiesta di riduzione dei vincoli imposti all’epoca della fusione tra Stream e Telepiù che vietano l’entrata del network in una nuova piattaforma televisiva fino al 2012.

La Commissione UE e l’Antitrust, consapevoli del giro d’affari miliardario, sarebbero intenzionati ad analizzare “l’interservice consultation” richesta da Sky atta a ridurre i paletti di mercato e temporali, dettati nel 2003 dall’ex commissario UE Mario Monti, in modo da restringere il blocco fino alla fine del 2010. La News Corp. Italia potrebbe quindi subito da quest’anno acquistare uno dei cinque Mux che verranno messi all’asta prossimamente sul mercato italiano per costituire un’offerta a pagamento sul digitale terrestre analoga a quella satellitare.

Dopo il difficile esordio del canale generalista Cielo sulla piattaforma del dtt, un eventuale sbarco di Sky sul digitale terrestre aprirebbe le danze per lo scontro titanico e frontale con R.T.I. Mediaset. Si profila una guerra diretta tra pay-tv che per il momento dalle rispettive piattaforme digitali ha contato solamente le vittorie sul campo giuridico e legislativo del gruppo della famiglia Berlusconi.

Pochi giorni fa la sentenza della prima sezione civile del tribunale di Milano ha inflitto una nuova sconfitta per Sky respingendo le sue richieste che esigevano gli spazi pubblicitari sulle reti Mediaset negate dallo stesso Biscione nell’autunno scorso. «Prendo atto con rammarico che, in Italia, un’azienda che controlla più dell’85% degli spazi pubblicitari sulla televisione commerciale, può, di fatto, rifiutarsi di trasmettere le campagne di uno dei suoi concorrenti senza che vi sia un rimedio efficace» ha dichiarato Tom Mockridge alla stampa. In effetti Publitalia ’80, la società che controlla la pubblicità per il gruppo Mediaset, monopolizza da troppi anni il mercato, ma è vero anche che Sky dal 2003 detiene il monopolio della tv satellitare, che rischia di espandersi sulla nuova piattaforma digitale terrestre.

Fonti: newslinet.it | milanofinanza.it

Scritto da