Torino, Prix Italia e disagi dello switch-off

Domani 24 settembre 2009 partirà lo switch-off del dtt nel Piemonte occidentale. Un evento che coinvolgerà più di 3 milioni di utenti tv. Torino in questi giorni, proprio accanto alla mia università, ospita il Prix Italia 2009, il più antico e prestigioso concorso internazionale per programmi di qualità radio, tv e web. Torino quindi capitale della tv internazionale e digitale.

Il concorso ha dato l’opportunità di riunire il gota dei manager attori del passaggio al digitale terrestre in Italia. Durante il convegno internazionale “Il futuro è adesso: il digitale terrestre in Italia e nel mondo” sono intervenuti tra i tanti il vicedirettore generale della Rai, Giancarlo Leone, il presidente di DGTVi, Andrea Ambrogetti, il presidente di Tivù Sat, Luca Balestrieri , e infine il vice ministro alle Comunicazioni Paolo Romani.

In questa prestigiosa occasione sono state rese note le cifre della “conquista del digitale”. Secondo DGTVi l‘80% delle famiglie del Piemonte occidentale hanno acquistato un decoder o un apparecchio per ricevere il dtt. Il 96% dei cittadini piemontesi è stata ampiamente informato sulle modalità del passaggio. Tra il 24 settembre e il 9 ottobre basterà risintonizzare il decoder una o più volte e la transizione, sempre secondo questi signori, andrà a buon fine.

Ma se il segnale del dtt non arriva? L’Uncem Piemonte (Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani) pochi giorni fa ha lanciato un appello alla regione Piemonte perchè esiste il forte rischio che nei 68 comuni montani delle province di Torino e Cuneo (il 30% dei comuni totali) non si potranno più ricevere i canali Rai. La situazione precaria potrebbe protarsi fino ad aprile del 2010 per il continuo e mai stabile riassestamento degli impianti di emissione del segnale digitale e  per l’aggiornamento dei ripetitori  del territorio montano.

Da questa pagina  del ministero si possono ottenere le informazioni sul passaggio al digitale in Piemonte comune per comune: http://decoder.comunicazioni.it/switchoffPiemonte.shtml

Scritto da