Switch-off Piemonte

Oggi il comune di Chatillon sarà l’ultima area della Valle d’Aosta a essere raggiunta dallo switch-off del digitale. Nonostante le 1100 chiamate al call center regionale e i quasi 450 interventi d’assistenza, il passaggio definitivo al digitale terrestre è tecnicamente riuscito.

Ora si attende con ansia (da telespettatore) lo spegnimento del segnale analogico in Piemonte occidentale. Dal 24 settembre fino al 9 ottobre i comuni delle province di Torino, Cuneo, e alcuni delle province di Asti e Alessandria subiranno la transizione televisiva digitale.

Non tutti sanno però che una delle grandi innovazioni tecnologiche della tv digitale, la single frequency network, forse sarà pronta solamente nel 2010. Questa tecnica di trasmissione, detta anche isofrequenza, permette di ricevere il segnale in qualunque luogo della zona di copertura senza che si rendano necessarie variazioni alla sintonia del ricevitore. La nuova modalità di trasmissione dei canali offre una notevole comodità di ricezione e un grande risparmio di banda.

Il piano di diffusione del dtt del Ministero dello sviluppo economico, dipartimento per le comunicazioni, per evitare il blocco della transizione, e i conseguenti danni economici delle pay-tv, fin da questa estate ha deciso che le emittenti passeranno al dtt convertendo semplicemente i loro trasmettitori da analogico a digitale e conservando le vecchie frequenze. Le  singole stazioni tv dovranno anche impiegare il 75% di potenza in meno per evitare un caos di interferenze.

Questa scappatoia tecnica del passaggio forzato in Piemonte consentirà a Rai, Mediaset e Telecom Italia Media di sfruttare i multiplex ricollocando i canali a piacimento; inoltre potrà evitare il  rischio dell’oscuramento delle piccole emittenti locali; ma soprattutto fa pensare che sia stata progettata ad hoc in attesa della futura assegnazione delle single frequency network ai grandi media tv.

La mappa dello switch-off nel Piemonte occidentale

(Switch-over Piemonte orientale 18 maggio 2010 vedi qui per maggiori informazioni, la lista dei comuni coinvolti)

Fonti:

http://groups.google.com/group/it.media.tv.digitale.terrestre/browse_thread/thread/24503bc9d2f1d249

pasteris.it

Scritto da