News

in novembre 25, 2010

Fox Sports Australia e Foxtel verso la fusione News Corp e Tel­stra vogliono fondere Foxtel, compa­gnia di pay-tv di cui sono entrambe proprietarie, con Fox Sports Austra­lia del gruppo News Corp di Rupert Murdoch. Obiettivo: creare una grande società australiana di sport e intrattenimento.Della nuova società News Corp deterrà il 65% mentre a Telstra andrà il restante 35%. La fusione consentirà alla compagnia di essere quotata in Borsa in futuro, hanno dichiarato congiuntamente da News Corp e Telstra. (ItaliaOggi)

3 mi piace, 0 commenti15 ore fa

Nielsen, al via la misurazione dei videogames online I giovanissimi giocatori online sono tra i target più sfuggenti da misurare, ma anche i più ambiti dalle aziende. Per questo motivo Nielsen ha deciso di monitorare più nel dettaglio, attraverso la nuova divisione dedicata Nielsen eSports, l’utenza dell’eSport ossia dei videogiochi online (da League of Legend s a Street Fighter ), cui si accede attraverso piattaforme live in modalità streaming. L’importanza crescente degli eSport è tale che il co­mitato per i Giochi olimpici di Parigi 2024 discuterà col Cio (Comitato internazio­nale olimpico) se inserirli nelle competizioni, anche se inizialmente nella veste di gare non ufficiali. Anche perché il Cio deve valutar­ne la compatibilità con il proprio regolamento, per esempio dovendo accerta­re se c’è e qual è lo sforzo fisico di un giocatore virtuale. Comunque sia, alle aziende investitrici quello che importa è la visibilità e in tv, giusto per rimanere a Parigi e dintorni, emittenti come Canal+, Sfr Sports e BeIn confezionano già programmi in materia. Ecco perché il colosso internazionale specializ­zato nelle misurazioni di mercato prosegue con gli eSport nell’aggiornamento e ampliamento delle piatta­forme digitali da rilevare, dopo aver già dato alla luce Esport24 (specializzata in sponsorship) e, più recente­mente a giugno, essersi al­largato fino a comprendere nel suo portafoglio di rileva­zioni Hulu e YouTube. Ades­so, invece, Nielsen Esports estenderà il suo radar al grado di esposizione di un marchio verso il pubblico, la profilazione dei giocatori (o semplici fan che siano) e ai servizi che girano intorno ai tornei di videogame online. La nuova divisione coprirà i mercati americano, britanni­co, tedesco, francese, giappo­nese, sud-coreano e cinese, già da quest’anno. Secondo gli ultimi dati disponibi­li, il settore in espansione dei videogiochi vale già 100 miliardi di dollari a livello mondiale (85,2 miliardi di euro), mentre in Italia il business è intorno al miliardo di euro. A sostegno del lancio di Nielsen Esports è stato creato anche un comitato di esperti per consigliare i clienti del co­losso Usa. Tra i suoi membri ci sono rappresentanti di Fifa, Nba, Facebook, il canale tv di sport Espn, Sony PlayStation, Twich di Amazon, Unilever, Twitter e ancora Google con YouTube. (ItaliaOggi)

0 mi piace, 0 commenti16 ore fa

Via i razzisti da Spotify

Via i razzisti da Spotify

0 mi piace, 0 commenti16 ore fa

“La rete Tim è un affare per lo Stato solo se verrà pagata 13 mld” Secondo la valutazione di Maurizio Matteo Decina, analista di Ey ed autore del libro «Goodbye Telecom», la rete fissa di Telecom deve essere valutata per 13 miliardi di euro nel caso in cui debba essere scorporata dall’ex operatore pubblico e agganciata a Open Fiber. Come si arriva a questa cifra? Prima di tutto va definito il perimetro. E su questo Decina non ha dubbi: «Dividere la rete in due non ha senso, sarebbe complesso e rallenterebbe la velocità sulla linea». Dello stesso parere Carlo Alberto Carnevale Maffé, professore di strategia aziendale all’Università Bocconi: «Nel caso di cessione, converrebbe vendere tutto, in modo da scaricare i costi operativi. Una rete è prima di tutto una organizzaione ingeneristica. Ha logiche di presidio, guasti, interventi. Industrialmente sarebbe un incubo dividerla». Insomma dovrebbe passare di mano in blocco. Detto questo, come se ne cal­cola il valore? «Abbiamo ipotizzato di­versi scenari, con un range di valori tra 9 miliardi, nel caso in cui la fibra spazzasse via il ra­me, a 18, nel caso in cui il rame restasse il punto di riferimento. Il più realistico, tenendo conto della domanda, è che tra dieci anni l’ultimo miglio sarà fatto di un terzo di rame e due terzi di fibra. E per stendere questi due terzi di fibra bisogna investire, il che significa ridurre la marginalità. Così arriviamo ai 13 mi­liardi». La questione più delica­ta è proprio la domanda. Secondo uno studio pubblicato que­sto mese dal Technology Policy Institute di Washington, la domanda degli utenti sulla rete fissa è caratterizzata da scarsa elasticità. In sostanza gli americani dicono che, superata una certa velocità – quella che consente di vedere fluidamente i video su Youtube e di usufruire dei servizi di streaming di film e musica – gli utenti diventano poco disposti a spendere più soldi per un ulteriore aumento della rapidità di scaricamento. Insomma la rete in fibra non serve ovunque. Che poi è la stessa cosa che dice anche Open Fiber, che pure sulla fibra ha puntato tutto. L’obiettivo della società partecipata da Cdp ed Enel è portare 4 milioni di chilometri di fibra ottica fin nelle case in 271 città italiane, quelle col maggior numero di abitanti, che sono considerate a successo di mercato. Of ha già steso alcune decine di migliaia di chilometri, partendo dai centri maggiori, e ha già completato i lavori a Milano, Bologna, Torino e Perugia. Su altre nove città è già a metà strada. (La Stampa)

0 mi piace, 0 commenti16 ore fa

Fastweb, salgono ricavi ed Ebitda semestre, utili Swisscom sopra attese

Fastweb, salgono ricavi ed Ebitda semestre, utili Swisscom sopra attese

1 mi piace, 0 commenti17 ore fa

Smartphone, Huawei sorpassa Apple: in Europa è il secondo vendor

Smartphone, Huawei sorpassa Apple: in Europa è il secondo vendor

1 mi piace, 0 commenti17 ore fa

Ericsson porta Wiko in tribunale: "Violati i nostri brevetti"

Ericsson porta Wiko in tribunale: “Violati i nostri brevetti”

1 mi piace, 0 commenti17 ore fa

Amazon Prime sbarca nel calcio, prima tappa la Bundesliga. E in Italia?

Amazon Prime sbarca nel calcio, prima tappa la Bundesliga. E in Italia?

3 mi piace, 0 commenti17 ore fa

Facebook, update estivi al design

Facebook, update estivi al design

1 mi piace, 0 commenti17 ore fa

Alibaba: boom vendite secondo trimestre - Internet e Social

Alibaba: boom vendite secondo trimestre – Internet e Social

0 mi piace, 0 commenti17 ore fa

Ecco il Nokia 8, sfida Apple e Samsung - Hi-tech

Ecco il Nokia 8, sfida Apple e Samsung

1 mi piace, 0 commenti17 ore fa

Digitale terrestre. San Pellegrino Terme (Bergamo) ancora senza segnale Rai

Nel piccolo paese montano di San Pellegrino Terme in provincia di Bergamo si protesta ancora per l’assenza dei segnali tv della Rai del digitale terrestre. Le lamentele per il blackout tv che periodicamente si ripresenta dal passaggio al digitale terrestre arrivano dai residenti e dai turisti. L’ammini­strazione comunale della cit­tadina termale per l’ennesima volta si è messa alla ricerca di soluzioni scrivendo alla… [ 356 more words ] http://www.tvdigitaldivide.it/2017/08/17/digitale-terrestre-san-pellegrino-terme-bergamo-ancora-senza-segnale-rai/

2 mi piace, 0 commenti1 giorno fa

Amazon,ordini online e ritiri in 2minuti - Internet e Social

Amazon lancia negli USA Instant Pickup: ordini online e ritiri in 2 minuti

0 mi piace, 0 commenti1 giorno fa

Tim potenzia la rete mobile in Sicilia

Tim potenzia la rete mobile in Sicilia

2 mi piace, 0 commenti1 giorno fa

Tencent chiude il primo semestre in forte crescita - MilanoFinanza.it

Tencent (WeChat) chiude il primo semestre in forte crescita

0 mi piace, 0 commenti1 giorno fa

Apple lancia la sfida a Netflix: un miliardo di dollari per produrre film e serie tv

Apple lancia la sfida a Netflix: un miliardo di dollari per produrre film e serie tv

0 mi piace, 0 commenti2 giorni fa

Rai: col canone in bolletta nel 2016 saltano fuori 5,6 milioni di evasori

Rai: col canone in bolletta nel 2016 saltano fuori 5,6 milioni di evasori

9 mi piace, 1 commenti5 giorni fa

Il governo rilancia la norma antiscorrerie

Il governo rilancia la norma antiscorrerie Su Tim-Vivendi non c’è stata nessuna ritorsione dopo che il governo d’Oltralpe ha stoppato l’acquisizione di Stx France a opera di Fincantieri. E poi: a settembre il Governo è pronto a rilanciare la norma anti scorrerie per evitare in futuro scalate opache.

2 mi piace, 0 commenti6 giorni fa

5G, arma in più contro il digital divide?

5G, arma in più contro il digital divide?

1 mi piace, 0 commenti6 giorni fa

ARD and ZDF reclaim Olympics from Discovery

ARD and ZDF reclaim Olympics from Discovery

0 mi piace, 0 commenti6 giorni fa

Google cancella incontro diversità, sale pressione su ad Pichai - Tlc

Google cancella incontro diversità, sale pressione su ad Pichai

0 mi piace, 0 commenti6 giorni fa

Voglia di LTE? Dal 2018 ci sarà un segnale Vodafone anche sulla Luna

Voglia di LTE? Dal 2018 ci sarà un segnale Vodafone anche sulla Luna

0 mi piace, 1 commenti6 giorni fa

Fondazione Bordoni, Antonio Sassano si insedia alla presidenza

Fondazione Bordoni, Antonio Sassano si insedia alla presidenza Il Cda ratifica il passaggio di consegne dopo il decreto ministeriale del 18 luglio. Massimo esperto italiano in materia di Frequenze, il neo presidente sarà chiamato a rilanciare l’ente di ricerca dopo un lungo periodo di difficoltà

0 mi piace, 0 commenti6 giorni fa

Tim-Vivendi, Calenda: "Serve legge anti-scorrerie, governo a lavoro"

Tim-Vivendi, Calenda: “Serve legge anti-scorrerie, governo a lavoro”

0 mi piace, 1 commenti6 giorni fa

Ticketing online, la nuova scommessa di Amazon

Ticketing online, la nuova scommessa di Amazon

0 mi piace, 0 commenti6 giorni fa

Scritto da