Digitale terrestre. San Pellegrino Terme (Bergamo) ancora senza segnale Rai

segnale tv rai digitale terrestre

Nel piccolo paese montano di San Pellegrino Terme in provincia di Bergamo si protesta ancora per l’assenza dei segnali tv della Rai del digitale terrestre.

Le lamentele per il blackout tv che periodicamente si ripresenta dal passaggio al digitale terrestre arrivano dai residenti e dai turisti. L’ammini­strazione comunale della cit­tadina termale per l’ennesima volta si è messa alla ricerca di soluzioni scrivendo alla Rai. «Da venerdì scorso – spie­ga in una nota il sindaco, Vit­torio Milesi – sulla gran parte del territorio di San Pellegrino Terme, e su una porzione del territorio di San Giovanni Bianco (la località San Gallo), non si riceve il segnale Rai».

«La situazione vergognosa si ri­pete con insopportabile frequenza e, nonostante le ripetute segnalazioni e proteste inviate nel tempo dalla scri­vente amministrazione co­munale e da cittadini resi­denti e villeggianti, la diri­genza e gli organismi Rai preposti, non hanno ritenuto di adottare provvedimenti ade­guati e in grado di eliminare il grave disservizio. Le parti di territorio oggetto dei ripetuti disservizi sono quelle che ri­cevono il segnale dal trasmet­titore posto in località (Piazzacava) Torre di San Pellegrino Terme».

«Una situazione – prose­gue il primo cittadino di San Pellegrino intervistato dall’Eco di Bergamo – che conferma ancora una volta l’intollera­bile indifferenza e disinvoltu­ra con la quale le aree monta­ne, e i cittadini che le abitano, vengono considerati e trattati anche riguardo all’erogazio­ne del servizio pubblico ra­diotelevisivo. E si ricorda pe­raltro che nei 37 Comuni del­la Valle Brembana sono rice­vibili soltanto quattro canali Rai».

«I cittadini che vivono nel­le aree montane hanno sem­pre regolarmente pagato il canone Rai e pretendono un servizio degno di questo no­me – prosegue Milesi -. Ab­biamo provveduto a segnala­re, senza alcun esito e riscon­tro, il disservizio anche all’ir­ritante e inutile “Contact center Rai Way” (via chat e al numero telefonico 06.94809596) che a ogni comunicazione ripete che “al momento non ci risultano problemi aperti nel Comune di San Pellegrino Terme”, as­sicurando peraltro che saran­no fatte verifiche e verrà con­tattato il reclamante».

In passato a nulla è valsa la raccolta delle 1006 firme dei residenti abbonati Rai, l’appello per la restituzione del canone tv e l’invio di numerosi solleciti inviati dal Comune. Per i cittadini del piccolo paese montano non resta che affidarsi alla piattaforma Tivùsat (acquistando e installando impianto satellitare con parabola e decoder) per tornare a ricevere i canali della tv di Stato.

Fonte: L’Eco di Bergamo

Scritto da