Tivùsat, superati i 3 milioni di smart card attive

tivùsat

Tivùsat ha superato i 3 milioni di smart card attive. Il 9% delle famiglie italiane guarda la tv tramite la piattaforma satellitare gratuita.

Fondata il 31 luglio del 2009 dalla Rai, da Mediaset e da Telecom Italia, la televisione sat free ha avuto una crescita graduale e costante, grazie anche ai limiti di copertura della tv digitale terrestre che impedisce la visione dei canali televisi a un grossa fetta della popolazione italiana. Una crescita spesso in controtendenza rispetto a momenti di difficoltà del mercato tv. Dalla fine dello Swich-off del segnale analogico ad oggi sono state oltre 1.260 mila le attivazioni da parte degli italiani che tra il 2013 e il 2017 hanno scelto Tivùsat.

Anche nei primi mesi del 2017 la richiesta di attivazioni per ricevere il segnale satellitare della piattaforma sat italiana risulta in linea con il trend ed oggi oltre il 9% delle famiglie italiane guarda la tv tramite Tivùsat.

Tivùsat permette in modo gratuito (cioè senza un abbonamento tv, ma acquistando solo un decoder certificato con smart card) di ricevere ovunque tutti i principali canali nazionali e internazionali. Alla piattaforma satellitare italiana free hanno aderito nel tempo tutti i principali editori, portando su tivùsat oltre 90 canali televisivi tra generalisti, tematici e all news. 30 canali sono in HD, altri 43 sono canali radiofonici, una grande selezione di servizi On Demand e 3 canali sono in 4K (Ultra HD) che si accendono in occasione di grandi eventi televisivi, l’ultimo dei quali, Stanotte a Venezia, è andato in onda questa settimana.

È disponibile da quasi un anno il servizio TivuOn, un’applicazione che consente di vedere tutti i programmi televisivi andati in onda nell’ultima settimana e recuperare quelli persi. In un’unica applicazione TivuOn offre l’opportunità di accedere ai servizi on demand delle principali reti televisive e consultare una guida puntuale, approfondita, completa di trame e cast.

Accedere a Tivùsat è semplice ma non totalmente gratuito: per accedere ai programmi satellitari è necessario l’acquisito di un dispositivo certificato SD o HD, di una parabola satellitare e della smart card inclusa nella confezione del decoder o della CAM.

Nei mesi scorsi, in occasione del rinnovo della concessione Stato – Rai, è stata proposta da una parte politica la distribuzione gratuita della tessera Tivùsat. La Commissione parlamentare di Vigilanza Rai (o almeno alcuni suoi componenti) ha inoltre richiesto la gratuità di tutto l’impianto satellitare per gli abbonati che non riescono a ricevere i segnali della tv di stato sul digitale terrestre. Ai margini dell’approvazione della concessione decennale la proposta è stata respinta a causa degli elevati costi per la Rai e per lo Stato.

Qui puoi trovare la lista aggiornata con tutti i canali e le radio Tivùsat con numerazione e frequenze.

Fonte: comunicato stampa

Scritto da