YouTube TV arriva negli USA, ma solo in 5 città

YouTube TV

YouTube TV è sbarcata online ieri in cinque grandi città americane (per ora) con il suo bouquet di più di 40 canali a 35 dollari al mese.

Google ha lanciato ieri negli Stati Uniti la sua vera offerta televisiva online, che concorrerà con i vari Netflix, Amazon Prime, Sony e altri nel mercato degli Over The Top.

La nuova tv di Mountain View propone i contenuti di quattro colossi televisivi americani: Fox, Cbc, Abc, Nbc. Compresi nel pacchetto da 35 dollari al mese, oltre ai YouTube Red Original, sono fruibili infatti sulla piattaforma online serie tv e film targati Disney, CBS, Fox, BBC America e Nbc Universal, programmi sportivi di ESPN, Fox Sports e Comcast Sports e le news di CNBC, MSNBC, BBC World News e Fox News. In arrivo anche i programmi delle reti AMC, alcuni dei quali però solo on demand con costo un extra mensile. Nei prossimi mesi saranno inclusi nell’offerta anche i programmi IFC, Sundance TV, WE tv.

youtube tv

Il nuovo servizio YouTube TV, fruibile sia su desktop che su mobile, spicca per le funzioni di ricerca avanzata e per la possibilità di registrare programmi e film sul cloud di Google (funzione DVR) senza limitazioni (di quantità e di spazio), anche contemporaneamente con altre registrazioni. L’abbonamento consente la visione contemporanea a sei utenti, permettendo quindi a tutta la famiglia di usufruire dei contenuti a proprio piacimento. Il lancio della nuova tv online targata Big G, inizialmente disponibile nelle metropoli di New York City, San Francisco, Los Angeles, Philadelphia e Chicago, prevede per i nuovi abbonati un primo mese gratuito, e nei prossimi mesi sarà diffuso in un numero crescente di città USA.

Per usufruire del servizio YouTube TV è necessario collegare una chiavetta Chromecast alla tv, che per i primi abbonati sarà distribuita gratuitamente e scaricare l’app sul dispositivo. Ma Google promette di arrivare molto presto sulle smart tv. Secondo gli analisti, YouTube Tv, seppur più ricco di canali rispetto ai suoi principali concorrenti, potrebbe però avere non vita facile nel conquistarsi il pubblico a causa della netta differenza di prezzo rispetto a servizi online che costano meno di 10 dollari al mese. Inoltre nel bouquet mancano canali importanti come Time Warner e Discovery.

Fonte: Ansa

Scritto da