Interferenze LTE: boom di segnalazioni di oscuramenti tv

interferenze lteNegli ultimi mesi del 2015 sono triplicate le segnalazioni ai call center della FUB sulle interferenze LTE ai danni del segnale tv del digitale terrestre.

Il progressivo aumento di copertura e di traffico del 4G per dispositivi di telefonia mobile, come si prospettava, ha causato un netto incremento dei casi di interferenze sui segnali della televisione digitale terrestre. Negli ultimi 4 mesi del 2015 infatti le chiamate presso il call center della Fondazione Ugo Bordoni sono cresciute da 100 al mese (in gennaio) a 300 al mese.

Nel 2012 il direttore delle ricerche e vice direttore generale della FUB, Mario Frullone, stimò che il problema interferenze sui segnali tv avrebbe potuto coinvolgere circa 700mila impianti tv (e quindi più di un milione di famiglie). Secondo i dati reperiti da key4biz.it, in totale, dalla sua attivazione il call center della FUB ha ricevuto 5223 segnalazioni e ha organizzato 2223 interventi, gratuiti per l’utente, finanziati con un fondo comune delle telco (Telecom Italia, Vodafone e Wind) che detengono le frequenze che provocano il disturbo.

La banda utilizzata dalle nuove reti LTE/4G opera su tre bande, una delle quali, quella di 800 MHz (canali 61-69 UHF), è la stessa utilizzata dai canali televisivi digitali. Ciò può determinare, in caso di vicinanza ad una stazione radiomobile LTE, problemi alla visione della tv, con un’improvvisa cattiva ricezione di alcuni canali del digitale terrestre o addirittura il completo oscuramento della televisione. È possibile comunque risolvere il disservizio grazie all’installazione un apposito filtro sull’impianto d’antenna di casa, in grado di filtrare appunto i segnali nocivi e riportare la visione della tv alla normalità.

Il consumatori/utenti tv, in regola con il canone Rai, che subiscono questo disservizio possono richiedere l’assistenza gratuita al sito Help Interferenze (attivo dall’inizio del 2013) per effettuare segnalazioni, e per sapere se hanno diritto a ricevere gratuitamente l’installazione del filtro e risolvere gli eventuali contenziosi. Possono inoltre rivolgersi alle sedi territoriali Adiconsum per risolvere il problema.

In caso di mancata o parziale ricezione dei canali televisivi terrestri (non quelli satellitari), infatti, l’utente deve verificare se la propria abitazione, e quindi il proprio apparecchio tv, si trovano in una delle zone geografiche interessate dalle interferenze LTE: per far questo i consumatori e gli amministratori di condominio devono inviare una segnalazione, comunicando i propri dati e quelli dell’impianto di antenna tv, tramite il sito web dedicato www.helpinterferenze.it, oppure chiamando il numero verde 800.126.126, o ancora rivolgendosi alle sedi di Adiconsum su tutto il territorio nazionale.

Leggi qui per ulteriori dettagli: Interferenze LTE, come evitare gli oscuramenti della tv digitale terrestre

Fonte: key4biz.it

Scritto da