Digitale terrestre Aviano (Pordenone): «Non vediamo i canali Rai». Scoppia la protesta

castaldia-aviano

Da molti (troppi) giorni i cittadini del borgo di Costa del paese di Aviano, in provincia di Pordenone, non ricevono i segnali dei canali Rai e pensano a una petizione.

Il disagio dura da diverse settimane ed è più sentito in questi giorni di vacanze natalizie. Per risolvere il disservizio e tornare a vedere la televisione, molte famiglie hanno deciso di installare a proprie spese l’impianto tv satellitare.

«Le proteste si susseguono di giorno in giorno – sostengono i cittadini –, ma alla Rai ci sentiamo rispondere di pazientare, in quanto i disagi, per problemi di manutenzione dureranno ancora per diverso tempo». Sta di fatto che gli abbonati, giustamente irritati, si ritrovano da diversi giorni privi del servizio pubblico televisivo, e saranno obbligati entro la fine del mese di gennaio a pagare ugualmente il canone Rai.

La scarsa copertura televisiva riguarda solamente i canali pubblici, mentre i segnali delle tv private arrivano forti e chiari in ogni borgo della Pedemontana. Ma il problema dell’assenza dei canali Rai, che coinvolge moltissi comuni montani in tutta Italia, non è nuovo nella zona. L’estate scorsa infatti il sindaco di Aviano, Stefano Del Cont, e quello di Montereale, Pieromano Anselmi, hanno inviato una lettera di protesta alla sede Rai regionale di Trieste. Purtroppo i solleciti dei due sindaci non hanno dato i risultati sperati.

Nel frattempo la protesta dei cittadini di Costa si sta organizzando in una probabile petizione, l’ennesima, che sarà recapitata in municipio. Gli avianesi si chiedono infine, di fronte a tali risultati negativi per le trasmissioni Rai, a cosa servano le decine di antenne e tralicci installati nella località montana di Castaldia.

Fonte: messaggeroveneto.gelocal.it

Scritto da