Torino: black out del digitale terrestre durante la partita dell’Italia

Una torre del ripetitore del colle dell'Eremo a Torino

Una torre del ripetitore del colle dell’Eremo a Torino

E’ accaduto proprio quello che si temeva. A pochi minuti dalla fine del primo tempo della partita Italia – Nuova Zelanda del Mondiale di Calcio sudafricano, tutti i canali della Rai sul digitale terrestre sono improvvisamente scomparsi dell’etere delle province di Torino e Cuneo, aree completamente all-digital. Niente secondo tempo della gara, trasmessa su Rai 1 e Rai HD, quindi per i telespettatori del Piemonte occidentale.

Secondo fonti di Viale Mazzini la causa del tempestivo black out televisivo è da attriburie ad un violento sbalzo di tensione elettrica sulla rete del gestore nazionale che alimenta l’impianto principale della Rai nel Piemonte occidentale (il ripetitore di Torino-Eremo). Alle ore 16,40 circa il forte sbalzo (causato dalla caduta di un fulmine sulla cabina che porta l’energia elettrica alla stazione tv) ha provocato lo spegnimento completo di tutti gli apparati trasmittenti Rai, con la conseguente impossibilità a trasmettere alcun segnale radiotelevisivo. Le squadre di emergenza di Raiway sono intervenute immediatamente sul posto e hanno risolto il problema purtroppo solo dopo la fine della partita.

I telespettatori e i tifosi che seguivano in trepidazione la gara (per la cronaca finita in un deludente pareggio), notevolmente arrabbiati, hanno indirizzato con centinaia di telefonate le proprie domande e le sentite proteste verso i giornali, le agenzie di stampa, i centralini della Rai, addirittura verso i vigili urbani della Città di Torino. Vibranti le reazioni su Facebook: «complimenti alla Rai e al mitico digitale terrestre, neppure una partita di calcio riescono a trasmettere! E noi paghiamo anche il canone» scrive un utente; «non pagherò mai più il canone», dicono alcuni abbonati; «da quando c’e’ il digitale terrestre non si vede più nulla», sottolineano altri.

La gara è quindi risultata accessibile, per gli utenti sprovvisti di abbonamento Sky, solamente attraverso i siti della Rai (Rai.tv e di raisport.rai.it). Ma lo streaming del match mondiale non sempre è stato soddisfacente.

Il grave disservizio di certo non è stato causato dal malfunzionamento della nuova tecnologia della tv digitale, ma ha comunque riportato alla luce le problematiche tecniche e le proteste dei telespettatori insoddisfatti che invece il digitale terrestre si porta dietro dall’ormai lontano switch-off dell’autunno scorso in Piemonte.

[http://www.youtube.com/watch?v=ImZUq0EUxoo]

Scritto da